di Franco Veroli Tamponi gratuiti per gli studenti delle scuole superiori delle Marche. Lo screening, su base volontaria, si svolgerà domani e dopodomani. In tutta la regione sono state allestite quindici postazioni, distribuite nelle cinque Aree Vaste, alle quali si potrà accedere senza la prenotazione. Dove possibile, il punto screening sarà organizzato in modalità "drive through". Per quanto riguarda l’Area Vasta 3 di Macerata, domani lo screening si farà a Matelica, dalle 10 alle 12.30, nella sede della Protezione civile, in località Cavalieri; domenica, invece, lo screening si sposterà a Civitanova, dalle 8.30...

di Franco Veroli

Tamponi gratuiti per gli studenti delle scuole superiori delle Marche. Lo screening, su base volontaria, si svolgerà domani e dopodomani. In tutta la regione sono state allestite quindici postazioni, distribuite nelle cinque Aree Vaste, alle quali si potrà accedere senza la prenotazione. Dove possibile, il punto screening sarà organizzato in modalità "drive through". Per quanto riguarda l’Area Vasta 3 di Macerata, domani lo screening si farà a Matelica, dalle 10 alle 12.30, nella sede della Protezione civile, in località Cavalieri; domenica, invece, lo screening si sposterà a Civitanova, dalle 8.30 alle 12.30, nel piazzale antistante il Covid Hospital, in via San Costantino, e a Piediripa (Macerata), dalle 8 alle 14, in via Teresa Noce 22. La Regione e l’Asur, impegnate assiduamente con le altre aziende sanitarie nella campagna di vaccinazione, sottolineano il grande sforzo organizzativo per questa iniziativa, volta a offrire agli studenti uno strumento in più per poter frequentare la scuola in sicurezza. Intanto, l’assessore Filippo Saltamartini sottolinea un nuovo record di vaccini nelle Marche. Il 12 gennaio (mercoledì), sono state somministrate ben 19.618 dosi: 1.800 prime dosi, 1.843 seconde dosi e 15.975 "booster". Di queste, 5.867 sono state somministrate nella provincia di Ancona, 3.197 in quella di Ascoli Piceno, 2.595 in quella di Fermo, 3.561 in quella di Macerata e 4.398 in quella di Pesaro-Urbino. "Dopo il record di vaccinazioni dell’11 gennaio, ne abbiamo raggiunto uno più alto ieri – commenta l’assessore regionale alla sanità, Filippo Saltamartini (nella foto) –. È la prova che la via da seguire resta sempre la prenotazione, nonostante la disponibilità di alcuni open day. Ieri, sono partiti ben settemila sms, inviati a tutti quei soggetti con il ciclo vaccinale in scadenza, che avevano una prenotazione assegnata per i mesi di febbraio e marzo. Oggi, il lavoro dell’Asur prosegue, così da dare una risposta a tutti i 60mila marchigiani con il Green pass in scadenza. A questi ritmi siamo certi di raggiungere a gennaio tutti i 420mila marchigiani che devono fare la terza dose". La fascia di età che mercoledì ha ricevuto più prime dosi è stata quella da 0 a 16 anni, con 708 somministrazioni, seguita dalla fascia 50-59 anni, con 273 somministrazioni. Quest’ultimo dato è anche da porre in relazione al fatto che dall’8 gennaio e fino al 15 giugno del 2022 è stabilito l’obbligo vaccinale per tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto i 50 anni di età, e dal 15 febbraio tutti i lavoratori over 50 del settore pubblico e privato per accedere al luogo di lavoro dovranno esibire il super Green pass. Intanto, la Fondazione Gimbe, che elabora i dati forniti dalle regioni all’Agenas, l’Agenzia per i servizi sanitari regionali, rileva che le Marche sono già in arancione per quanto riguarda i posti di terapia intensiva occupati da pazienti Covid, anche se l’occupazione di quelli in area medica, non critica, è ancora inferiore al 30%, la soglia da non superare. Tenendo conto di questo, probabilmente resteremo in zona gialla pure la prossima settimana. Poi però…