Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Seggiovia quadriposto a Pintura Partito l’iter per l’autorizzazione

Cristina Gentili, sindaco di Bolognola
Cristina Gentili, sindaco di Bolognola
Cristina Gentili, sindaco di Bolognola

"Speriamo che i permessi arrivino il prima possibile. Il progetto è in ballo da tempo, sarebbe un importante servizio in più a Bolognola". A parlare è il sindaco, Cristina Gentili: il Comune ha presentato l’istanza per l’avvio del procedimento finalizzato al rilascio dell’autorizzazione per realizzare una seggiovia quadriposto a Pintura. Già l’anno scorso, il sindaco aveva annunciato che il progetto definitivo era pronto e la procedura della valutazione di impatto ambientale, obbligatoria per legge, in corso. L’opera è cofinanziata dalla Regione e dal Pnrr. "Eravamo in attesa dei finanziamenti – spiega la Gentili –, che sono stati stanziati grazie al piano nazionale di ripresa e resilienza". L’opera prevede due piccoli edifici con funzioni rispettivamente di stazione di partenza e stazione di arrivo, con una quota di partenza posta a 1.263 metri e una quota di arrivo posta a 1.533 metri. "L’impianto ha lo scopo di ammodernare e incrementare l’offerta turistica sia del periodo invernale che estivo del territorio – si legge nel documento –, in quanto, oltre a trasportare gli sciatori, trasporterebbe anche bike e persone nel periodo estivo. L’impianto oggetto di procedura di Via (valutazione di impatto ambientale) è di per se una nuova realizzazione, che però, in relazione al numero di impianti a fune presenti nella stazione di Pintura, sostituirà la sciovia denominata Scoiattolo. A livello ambientale, pur essendo collocato all’interno di una zona di protezione speciale, non si ritiene che l’impianto possa creare impatti tali da alterare la natura stessa degli habitat presenti". Al termine del procedimento, l’autorità competente, ovvero la Provincia, si pronuncerà con uno dei seguenti esiti: il rilascio del provvedimento autorizzatorio unico, comprensivo del provvedimento di Via, con il quale si esprime giudizio positivo di compatibilità ambientale, e dei titoli abilitativi necessari alla realizzazione e all’esercizio del progetto; oppure, il giudizio di compatibilità ambientale negativo, che preclude dunque la realizzazione del progetto. "Speriamo che l’esito sia positivo e che arrivi presto", conclude il sindaco. Lucia Gentili

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?