Quotidiano Nazionale logo
24 apr 2022

Sezioni tagliate a scuola, Tapanelli: "Pronto a denunciare"

Sefro, l’ira del sindaco: "Lo Stato è assente, scelte delinquenziali"

Il sindaco Pietro Tapanelli
Il sindaco Pietro Tapanelli
Il sindaco Pietro Tapanelli

"Lo Stato non c’è". Inizia così il suo sfogo il sindaco di Sefro Pietro Tapanelli. "Noi, Pioraco e Fiuminata – spiega – abbiamo iniziato un percorso di razionalizzazione dell’offerta formativa, definendo un ordine scolastico per Comune. Abbiamo iniziato con Pioraco per la primaria e l’infanzia, azzerando le pluriclassi, con tre scuole nuove e antisismiche, per la soddisfazione di tutti. Dopo innumerevoli sforzi, veniamo puniti dallo Stato. Sentiamo dire che il nostro territorio è al centro di bellissimi progetti: smart working, zone economiche speciali, luoghi di villeggiatura per pensionati ricchi… Ma i fatti dimostrano il contrario. Esclusa la Regione, che con l’assessore Latini ha dimostrato attenzione al tema, siamo soli. Abbiamo un alunno cieco che, con l’accorpamento di due sezioni e con l’inevitabile contraccolpo educativo e ambientale vedrà annullato il lavoro fatto dalle insegnanti. Queste sono scelte delinquenziali che, salvo ripensamenti, mi vedranno costretto a recapitare alla Procura una circostanziata denuncia-querela su varie ipotesi di reato che a mio avviso potrebbero sussistere. Se il potere esecutivo e legislativo non ci sentono, confido che quello giudiziario possa aiutarci e verificare l’eventuale configurabilità di condotte penalmente rilevanti e a vedere tutelati i diritti dei più deboli".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?