Soccorsi in montagna. Arrivano i rinforzi estivi

Una Potes sarà a Fiastra, un’altra a disposizione del territorio montano. A bordo ci saranno infermieri e soccorritori per le eventuali emergenze.

Soccorsi in montagna. Arrivano i rinforzi estivi

Soccorsi in montagna. Arrivano i rinforzi estivi

Montagna più sicura con le Potes turistiche. Per la stagione estiva, ormai alle porte, la Regione ha pensato di attivare postazioni territoriali di emergenza sanitaria (Potes appunto) per far fronte al flusso significativo di visitatori che arriveranno a breve sul territorio. Un nome su tutti, Fiastra, con il suo lago e le sovrastanti Lame Rosse, la cosiddetta "Cappadocia delle Marche".

A stabilire l’operatività di dieci Potes su tutto il territorio delle Marche è una delibera della giunta regionale, adottata su proposta dell’assessore alla sanità Filippo Saltamartini. Il numero di postazioni risulta così potenziato rispetto allo scorso anno, quando le postazioni attivate erano state otto. Per la prima volta il servizio sarà attivato così quest’anno anche nella località di Fiastra e nel territorio montano della provincia di Macerata, essendo importanti località di vacanza specie per turisti stranieri, in particolare tedeschi, belgi e olandesi.

Sono previste cinque Potes turistiche di tipo Msi (autista-soccorritore e infermiere) e altrettante di tipo Msb (autista-soccorritore e soccorritore). Msb significa mezzo di soccorso di base, in pratica l’ambulanza con a bordo solo personale tecnico soccorritore; Msi mezzo di soccorso intermedio che prevede di norma nell’equipaggio anche un infermiere addestrato.

Le Potes saranno distribuite ovviamente anche nelle zone costiere, come già avvenuto l’anno scorso, ad esempio tra Gabicce Mare (Pesaro Urbino), Numana-Sirolo e Senigallia (Ancona), Sant’Elpidio a Mare (Fermo), Grottammare e Cupra Marittina (Ascoli Piceno). Dal primo luglio al 31 agosto, nei giorni festivi e prefestivi, una Potes turistica di tipologia Msi con copertura diurna (fascia oraria 10-18) sarà a disposizione nel territorio del Comune di Fiastra. Nello stesso periodo, sempre dal primo luglio al 31 agosto, nei giorni festivi e prefestivi, è prevista una Potes dello stesso tipo anche nel territorio montano del Maceratese. L’organizzazione dei servizi e la copertura dei costi rientrano nei budget assegnati alle Ast. "Potenziando le Potes nelle zone che registrano un afflusso significativo di turisti si vuole offrire un servizio non solo a chi sceglie le Marche come località di vacanza, ma anche ai residenti", specificano dalla Regione.

Soddisfatto il sindaco appena eletto di Fiastra Giancarlo Ricottini (nonché ex sindaco di Acquacanina): "Cercheremo di coinvolgere anche volontari, a partire dalla Protezione civile, a sostegno delle postazioni".

Lucia Gentili