Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 giu 2022

"Solo vivendo la realtà di Camerino ho capito i problemi dei terremotati"

15 giu 2022

Paolo De Biagi, già prefetto di Terni e anche commissario straordinario al Comune di Padova, ha terminato lunedì il suo compito di commissario prefettizio alla guida di Camerino. Ieri il passaggio di consegne ufficiali con il sindaco eletto Roberto Lucarelli, dopo poco più di quattro mesi di reggenza amministrativa. Domenica, come ultimo atto del suo mandato, aveva decretato il lutto cittadino per la tragica scomparsa di Samuele Micarelli e lunedì, giorno del funerale, non è voluto mancare alle esequie in basilica per rappresentare il cordoglio della comunità assieme al vescovo Massara e alle altre autorità locali. In precedenza aveva salutato, nella sede provvisoria del municipio (presso la sede Contram), i dipendenti comunali che in questo periodo hanno collaborato con lui nella gestione tecnico-amministrativa dell’ente. "Ho ringraziato tutti – ha detto il commissario De Biagi – perché si sono sempre prodigati per il bene della città, dimostrando un grande attaccamento a questo territorio e una forte volontà di adoperarsi per la rinascita di Camerino. Ho visto in loro un eccezionale senso della comunità, basti solo pensare a come hanno sofferto insieme per la perdita di questo caro ragazzo, Samuele, stringendosi attorno ai familiari con straordinaria vicinanza". Paolo De Biagi ha poi sottolineato di aver vissuto un’esperienza molto significativa in una terra duramente colpita dal sisma: "Solo vivendo in questa realtà si riesce davvero a comprendere problemi, stati d’animo di chi è terremotato – sono state le sue parole –, è tutta un’altra cosa rispetto a ciò che vediamo in tv".

m. g.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?