Teoria e pratica in azienda. Formati nuovi lavoratori

Tredici imprese hanno aderito ai laboratori H-lab organizzati dalla Confartigianato. Ieri la consegna degli attestati alla presenza dell’assessore regionale Aguzzi.

Teoria e pratica in azienda. Formati nuovi lavoratori

Teoria e pratica in azienda. Formati nuovi lavoratori

Sono stati consegnati da Confartigianato gli attestati di partecipazione ai laboratori H-lab. A presentare i corsi sono stati, con il segretario Giorgio Menichelli, l’assessore regionale Stefano Aguzzi, il vicepresidente del consiglio regionale Gianluca Pasqui e Renzo Leonori, amministratore di Imprendere srl. I corsi sono stati ospitati da tredici aziende delle province di Macerata, Fermo e Ascoli e hanno riguardato vari campi: moda, alimentare, meccanica, benessere ed edilizia. Le aziende sono state Pasta fresca da Laila, Stacchiotti & Ricciardi, La Pasticceria naturale, Molino Agostini, Spazio di idee poliedriche, Centro Moda Tessile, 3 And Factory School, Pieroni Car Service, Auto Center, Nails World, Lcn Marche, Bigmat Fabio Sbaffi e Lg Edilizia.

L’assessore regionale con delega al lavoro Stefano Aguzzi ha detto: "La formazione è un tema sempre attuale in un mondo che evolve molto rapidamente. Serve formazione anche per chi già opera all’interno delle imprese. Vale ancor di più - ha sottolineato Aguzzi – per chi nel mondo del lavoro intende entrare. Avere una preparazione, soprattutto nel campo dell’artigianato, è essenziale. Organizziamo questi corsi di formazione ascoltando il mondo imprenditoriale per capire di cosa necessita e su questa base proponiamo i laboratori, tra teoria e pratica".

Gianluca Pasqui ha sottolineato che "l’artigianato marchigiano sa innovare fortemente", mentre Giorgio Menichelli ha descritto il progetto, che "prende luce da alcune considerazioni, partendo dal preoccupante dato che ci sono troppi Neet, giovani che non lavorano e non studiano, in Italia e nelle Marche. E questo è un grande problema, perché le imprese hanno un grande bisogno di giovane manodopera, che scarseggia. Non solo, pensiamo che sia fondamentale rilanciare la manualità e l’artigianato può rappresentare una via per riavvicinare le nuove generazioni al mondo del lavoro. Così L’idea di H-Lab, dove H sta per il termine inglese Hand, mano, ma anche per Human, cioè umano: mettiamo, cioè, al centro le persone e le loro manualità. H-Lab – ha proseguito Menichelli – è una rete con realtà plurisettoriali, che hanno già predisposto nei propri luoghi di lavoro spazi per giovani e assieme potremo esaltare le eccellenze del nostro territorio". Renzo Leonori, amministratore di Imprendere srl, ha quindi sottolineato l’importanza di una formazione coordinata, "perché il futuro del territorio passa anche dalla crescita personale dei nostri giovani".

Lorenzo Fava