Fiastra (Macerata), 5 settembre 2018 - «Sono tornata nella terra dove sono nata, e dove ho vissuto per 65 anni, con mio marito. Non ho più la casa, non ho più niente. Ringrazio tutti quelli che mi hanno voluto bene, e tutti quelli che mi hanno voluto male, a tutti pensa il Signore».

PEPS_33445712_164133

Finalmente, si torna a casa (VIDEO). Il momento atteso da quasi un anno è arrivato per Giuseppa Fattori, per tutti Peppina, la quasi 96enne divenuta simbolo degli sfollati: in lacrime scende dall’auto, circondata da tutti i suoi affetti, nel piccolo borgo di San Martino di Fiastra. Ad accompagnarla dentro la casetta di legno, sotto sequestro da ottobre scorso, sono le figlie Gabriella e Agata Turchetti, il genero Maurizio Borghetti e una sua cara amica che le terrà compagnia .

PEPPINAGC_25905123_163237

Per un breve periodo dopo che era stata costretta a lasciare l’abitazione di legno era rimasta nel minuscolo container a due passi dalla casetta e dall’abitazione che il terremoto le ha portato via, quella dove si era stabilita da giovane sposa. Poi aveva dovuto lasciare anche quello: troppo freddo, e non c’era neanche il bagno. Ospitata dalle figlie lontano dalla sua San Martino, giorno dopo giorno ha ripetuto di voler tornare dove aveva trascorso quasi tutta la sua vita.

image