Macerata, 6 febbraio 2018 - Il gip di Macerata ha confermato l’arresto di Luca Traini, il 28enne che ha sparato sabato scorso con una pistola dalla sua auto e ha ferito sei migranti africani.

Traini si è avvalso della facoltà non rispondere. Ma dopo che il magistrato ha lasciato il carcere di Montacuto, il 28 enne accusato di strage aggravata da odio razziale, assistito dall’avv. Giancarlo Giulianelli, avrebbe reso dichiarazioni spontanee al pm Stefania Ciccioli, ribadendo che non era sua intenzione colpire l’unica ragazza di colore rimasta ferita nel raid di sabato. Traini da ieri non è più in isolamento.

image

“Il mio obiettivo erano i neri che spacciano droga a Macerata”. Così’ Luca Traini ha rimarcato ai Pm le motivazioni che lo hanno portato a sparare diversi colpi per le strade del capoluogo marchigiano. Nessun legame sentimentale con Pamela Mastropietro, dunque, ma a scatenare la rabbia di Traini è stata la notizia che la ragazza romana era stata fatta a pezzi dagli immigrati-spacciatori.

"Onore a Luca Traini". Striscione choc a Ponte Milvio

SPARI_28649655_175957

“E’ stato questo il motivo scatenante del suo gesto - ha confermato Giancarlo Giulianelli, difensore di Traini -, il desiderio di opporsi a questo”. Nelle intenzioni di Luca Traini era di colpire solo gli uomini di colore non le donne. “Per il ferimento della donna - ha aggiunto Giulianelli - ha chiesto scusa. Come pure gli spari verso la pasticceria sono stati, chiamiamoli un incidente di percorso”. Durante l’interrogatorio Traini, accusato di strage e di tentato omicidio plurimo - reato assorbito dal primo - ha detto ai magistrati di “non sentirsi pentito” di quanto ha fatto. Il 28enne ha risposto alle domande “molto tranquillo”. Sulla sua permanenza in carcere, il legale ha riferito che “Traini si trova bene e si sente a casa sua”.

SPARI_28649655_175957

La difesa di Traini fa sapere che nei prossimi giorni sarà verificata la possibilità di chiedere una perizia psichiatrica. Nel frattempo il 28enne non si trova più in isolamento.

Sparatoria a Macerata, l’ex fidanzata di Luca Traini: "Lo amavo, mai stato un violento"