Turandot, pienone alle prove d’assieme aperte

Prove d'assieme di Turandot e Norma allo Sferisterio: successo lunedì sera con grande partecipazione. Appuntamento domani per altre sessioni aperte. Direttore e interpreti guidano la costruzione dello spettacolo, sottolineando lo stile romantico di Bellini. Attualità dei temi trattati in scena.

Turandot, pienone alle prove d’assieme aperte

Turandot, pienone alle prove d’assieme aperte

Grande sucsesso lunedì sera per le prove d’assieme aperte di Turandot allo Sferiserio (nelle foto). Appuntamento che si rinnova domani con altre due sessioni di prove aperte, sempre alle 18 e alle o21 (ultimi posti disponibili a 10 euro oppure 7 euro per gli under 30) con in scena Norma di Vincenzo Bellini, titolo che sabato è stato presentato al Teatro Lauro Rossi dal direttore d’orchestra Fabrizio Maria Carminati, dalla regista Maria Mauti, dai soprani Marta Torbidoni e Roberta Mantegna, dal tenore Antonio Poli insieme a Gavazzeni.

Nelle prove di assieme il pubblico assiste al lavoro di costruzione e rifinitura dello spettacolo, tra orchestra, interpreti e regia, guidato principalmente dal direttore d’orchestra che, durante l’incontro al teatro Lauro Rossi, ha sottolineato lo spirito romantico dello stile di Bellini, che in quest’opera è riuscito a fondere il carattere e la compostezza della forma classica con la forza espressiva dei diversi personaggi, combattuti tra forze e ragioni opposte ancora oggi attualissime: la religione, la famiglia, l’amore per i figli, i nemici. In attesa della grande serata di venerdì 19.