Ubriaco al matrimonio, arrivano 118 e militari

E’ successo a Recanati dove la cerimonia è degenerata. Botte e parapiglia: una donna al pronto soccorso, mentre l’auto degli sposi è stata danneggiata

Durante un matrimonio la situazione è degenerata: un invitato si è ubriacato e ha creato il caos

Durante un matrimonio la situazione è degenerata: un invitato si è ubriacato e ha creato il caos

Recanati (Macerata), 10 luglio 2024 – Durante il rinfresco di un matrimonio, ha alzato troppo il gomito e da lì si è messo a molestare in malo modo tutti gli altri invitati, per poi danneggiare l’auto degli sposi e generare una maxi parapiglia. Ma alla fine lui è caduto a terra ed è rimasto ferito, così come la sua fidanzata e a un’altra invitata alla cerimonia, che ha avuto la peggio ed è stata accompagnata in ospedale dal 118.

A intervenire sul posto anche una pattuglia dei carabinieri. È quanto successo nel tardo pomeriggio di domenica al ristorante Villa Anton di Recanati, un luogo molto gettonato per ospitare cerimonie eleganti e indimenticabili. Intorno alle 19, si stava svolgendo un rinfresco dopo un matrimonio celebrato in giornata. Purtroppo uno degli invitati, di origine extracomunitaria, ha cominciato a bere parecchio alcol, ubriacandosi e perdendo il senno della ragione. E visibilmente alterato, ha messo in scena atteggiamenti non piacevoli, importunando gli altri commensali che hanno cercato di allontanarlo, senza riuscirci. Ben presto l’uomo ha dato in escandescenze arrivando a danneggiare l’auto dei due sposi, spaccando il lunotto posteriore. Così è nata un’autentica baruffa fra gli invitati, a suon di spintoni. A quel punto la fidanzata dello straniero, che era andata con lui alla cerimonia, ha cercato di portarlo via da quella bolgia, ma entrambi sono caduti a terra. A farsi male in quella mischia è stata anche un’altra invitata, che è scivolata sbattendo il femore. Sono dovuti intervenire l’ambulanza del 118 e i carabinieri della caserma di Porto Recanati.

I sanitari hanno visitato i due fidanzati che si erano procurati delle lievi escoriazioni, mentre l’altra donna è stata fatta salire in ambulanza e portata al pronto soccorso, in condizioni più gravi: potrebbe aver riportato una frattura al femore. Quanto ai militari dell’Arma, hanno raccolto le testimonianze dei presenti su quanto era appena avvenuto e ora cercheranno di fare luce sulla vicenda, in attesa dei certificati medici dei tre feriti. Al momento, non è stata presentata alcuna querela dalle parti in causa.