Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 mag 2022

Un viaggio nella maternità a teatro

Domenica al Lauro Rossi l’appuntamento con "Città amica": prima uno spettacolo, poi parola agli esperti

27 mag 2022
chiara sentimenti
Cronaca
Nono appuntamento con ’Città amica’
Nono appuntamento con ’Città amica’
Nono appuntamento con ’Città amica’
Nono appuntamento con ’Città amica’
Nono appuntamento con ’Città amica’
Nono appuntamento con ’Città amica’

di Chiara Sentimenti

I dubbi, le domande, la paure che si sommano alla gioia di una donna quando scopre di essere incinta. Tante sfumature che saranno indagate domenica al teatro Lauro Rossi, nel nono appuntamento con "Città amica", realizzato dalla dottoressa Mirella Staffolani, con il sostegno dell’assessorato alle Pari opportunità del Comune, l’Ordine dei medici e il Rotary.

L’iniziativa che, quest’anno appunto avrà come tema il "Percorso di nascita" e le difficoltà a esso collegate si divide in due parti. Dalle 17 ci sarà lo spettacolo teatrale curato dalla Dibbuk Produzioni, dal titolo "Che impegni hai per i prossimi sessant’anni", mentre nella seconda si terrà un tavolo scientifico di approfondimento. "Vogliamo coinvolgere la cittadinanza nel confronto sulle buone pratiche di medicina preventiva e sui corretti stili di vita per quanto riguarda il parto e la nascita – ha spiegato il sindaco Sandro Parcaroli –. A Macerata, grazie a un reparto di eccellenza guidato dal dottor Mauro Pelagalli, abbiamo un’equipe che, oltre alla grande professionalità, dimostra anche la grande umanità verso le gestanti". "Questo appuntamento mette al centro la maternità – ha aggiunto l’assessore Francesca D’Alessandro – e ci farà scoprire cosa accade "dietro le quinte": cosa succede in una donna quando rimane incinta, che cosa accade rispetto alle paure, alle attese, ai sogni, alle proiezioni. Dietro la maternità c’è una complessità che va compresa dalle istituzioni e sostenuta". Lo spettacolo, scritto da Leonardo Accattoli, per la regia di Edoardo Ferraro, racconta "la vita di tre donne che si ritrovano nella sala d’aspetto dello studio di ginecologo – ha spiegato il regista –. La prima ha 18 anni e vuole a tutti costi mettere al mondo un figlio per regalargli la vita che lei – cresciuta in una casa famiglia – non ha potuto avere. La seconda è una quasi quarantenne che si ritrova di fronte alla scelta cruciale tra accettare un ruolo in un film importante o provare a diventare mamma. Tra di loro, c’è una ragazza sui trent’anni, già in attesa del sesto figlio". Lo spettacolo sarà interpretato da Francesca Anna Bellucci (uno dei volti del film "Freaks Out", di Gabriele Mainetti), Rebecca Liberati, Maria Chiara Rossi e Mirco Abbruzzetti.

"Anche con questi momenti stiamo lavorando per rendere la società migliore – ha concluso la dottoressa Staffolani –, mettendo insieme cultura e sociale. Al termine dello spettacolo, infatti seguirà il convegno a cui parteciperanno la dottoressa Giovanna Faccenda, direttrice del distretto; il primario del reparto di ostetricia, Mauro Pelagalli e il neuropsichiatra Maurizio Pincherle". I biglietti sono disponibili in piazza Mazzini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?