"Varco sul mare, non c’è la copertura"

Papiri sul progetto milionario e non solo: "E per le famiglie niente fondi" .

"Varco sul mare, non c’è la copertura"

"Varco sul mare, non c’è la copertura"

"Una città che spende oltre 200.000 euro per il Natale, perché tale sarà la cifra finale, e che poi non ha soldi per aiutare le famiglie o per comprare bandiere da mettere sui monumenti, si è già qualificata da sola". Comincia così un intervento di Dimitri Papiri (Kleos) che parte dal costo delle luminare per arrivare alla spesa per la riqualificazione del Varco: "Un marasma etico, giuridico e amministrativo che riguarda anche la gestione delle opere pubbliche e in questo tollerato disastro, che rappresenterebbe la gestione dei nostri soldi e del nostro patrimonio, il progetto che ancora non esiste chiamato ‘Riqualificazione ambientale, architettonica, paesaggistica di piazza XX Settembre, aree limitrofe, giardini, lido, Varco a mare’ costituisce l’emblema assoluto". Papiri assume le parole dell’assessore a lavori pubblici Ermanno Carassai, che ha ammesso stupore per il costo dell’opera.

"Parla – sottolinea Papiri – del progetto preliminare che costerà 6.700.000 euro che lo ha sorpreso perché sarebbe troppo, ma lui vuole verificare i calcoli dell’ufficio tecnico comunale pur sapendo che a fine anno arriverà il progetto esecutivo e si procederà all’appalto. Un progetto che conoscono in dieci e che formalmente manco esiste". "Il preliminare chiamato CivitasNova da 6.700.000 euro – ribadisce – non è mai stato approvato e non esiste, non ha copertura finanziaria reale e non potrà essere appaltato, alla Ragioneria dello Stato è stato comunicato come un’opera che vale 3.300.000 euro, già realizzata e terminata il 4 febbraio 2023 e nel programma opere pubbliche 2023 del Comune vale 11.200.000 euro, finanziati a casaccio".

Ma, intanto, rivela che "sono stati impegnati in bilancio oltre un milione di euro veri, di cui oltre 500.000 per progettisti e consulenti, 350.000 già liquidati, per un progetto che nasce nel 2020 e a fine 2023 non esiste. Per Carassai c’è un preliminare da 6.700.000 euro, per la Ragioneria dello Stato c’è un progetto da 3.300.000 euro ed è in fase esecutiva, per il bilancio del Comune c’è un progetto da 11.200.000 euro finanziato a casaccio, il tutto senza copertura finanziaria".