Via al festival di musica corale, il concerto omaggio a Caruso accende l’entusiasmo del pubblico

Via al festival di musica corale,  il concerto omaggio a Caruso  accende l’entusiasmo del pubblico

Via al festival di musica corale, il concerto omaggio a Caruso accende l’entusiasmo del pubblico

Dei tre appuntamenti del XXVIII "Festival di musica corale di Tolentino" il primo ha superato di gran lunga le attese e acceso grande entusiasmo nel pubblico che ha gremito la sala del Politeama. "Evviva Napoli!", il concerto con cui il direttore del festival Aldo Cicconofri ha reso omaggio a Enrico Caruso nel 150° anniversario della sua nascita, ha presentato i maggiori successi del repertorio partenopeo, da "Core ‘ngrato" a "Funiculì Funiculà", da "O surdato ‘nnammurato" a "Osole mio" e molte altre canzoni. Il concerto ha offerto due vere sorprese. La prima è stata la presenza sul palco del tenore Son Dongjae, ventiseienne sudcoreano, il quale unisce alla sua voce vigorosa un’affabile presenza scenica. La seconda sorpresa è stata la "Melodiosa", uno strano strumento, molto simile ad una sega da boscaiolo, praticamente sconosciuto alle scene italiane, ma in uso nelle musiche etniche del Nord America, con il quale il percussionista tolentinate Emanuele Cedrone ha accompagnato alcune delle canzoni in programma. Sotto la direzione dello stesso Maestro Aldo Cicconofri, oltre alle voci maschili e femminili del Coro "Città di Tolentino", si sono esibiti nella parte strumentale Federico Gili (fisarmonica), Lorenzo Gasparri (pianoforte) e Angelo Pippo (percussioni). Ha presentato la serata Giusi Minnozzi. Il festival prosegue oggi alle 21.15 nel parco delle Terme di Santa Lucia, con "We will rock you", concerto corale dedicato ai Queen. Sabato 1 luglio, ore 21.15 al Politeama, il Ghostlight Chorus di New York sarà protagonista di "Paradiso".

a. f.