Riduzione di personale pericolosa per la sicurezza dei cittadini e dei vigili del fuoco. È l’allarme che lancia il Conapo, sindacato dei pompieri. "Un inizio 2021 decisamente negativo per i vigili del fuoco di Macerata, ma soprattutto per la popolazione che potrebbe venire esposta a un non efficiente...

Riduzione di personale pericolosa per la sicurezza dei cittadini e dei vigili del fuoco. È l’allarme che lancia il Conapo, sindacato dei pompieri. "Un inizio 2021 decisamente negativo per i vigili del fuoco di Macerata, ma soprattutto per la popolazione che potrebbe venire esposta a un non efficiente dispositivo di soccorso – scrivono i sindacalisti –. La direzione centrale ha deciso una drastica riduzione del personale da richiamare in straordinario, da dieci a sei, per sostenere l’organico ancora non completo delle sedi nel territorio colpito dal sisma, in particolar modo Visso. Le poche unità concesse non potrebbero addirittura essere utilizzate di notte. Per completare le squadre a Visso, si è provvisoriamente disposto di utilizzare, soprattutto di notte, parte del personale di Macerata, depotenziando così la capacità operativa della sede centrale dove poi sono disposti i mezzi speciali inviati in tutta la provincia. Doppia beffa dunque sia per i cittadini, che potrebbero non avere un servizio idoneo, sia per i vigili del fuoco che dovrebbero farsi carico di un lavoro eccessivo a discapito della sicurezza". Il Conapo ha segnalato ai vertici del dipartimento il malcontento e la preoccupazione dei vigili del fuoco "per quanto si sta verificando a seguito di una imprudente disposizione, emanata con l’obiettivo di produrre dei risparmi senza mettere in conto le criticità che ne sarebbero scaturite. Auspichiamo che il dipartimento possa quanto prima sanare la situazione, per evitare ulteriori e significative azioni sindacali".