Patrizia Castellani con la figlia Lucrezia
Patrizia Castellani con la figlia Lucrezia
Treia (Macerata), 24 maggio 2020 - Tre notti gratis in agriturismo come segno di riconoscimento per il grande lavoro che medici e infermieri hanno fatto in tutti questi mesi. Patrizia Castellani, titolare del country house Il Villino di Treia, ha cercato un suo modo omaggiare gli operatori sanitari in prima linea negli ospedali della provincia in queste settimane di emergenza e per dire grazie a chi a contributo a far tornare a casa suo figlio, contagiato dal coronavirus.
"Non ho mai raccontato questa cosa perché non voglio personalizzare il discorso – racconta –, ma mi sento in debito perché mio figlio si era ammalato e, grazie alla professionalità di medici e infermieri, è potuto tornare a casa. Per cui ho pensato di fare quello che potevo, mettendo a disposizione la mia struttura. Abbiamo un bel giardino, la piscina, il maneggio che saranno aperti per medici e infermieri che hanno lavorato in prima linea nell’emergenza".
La titolare del Villino e la sua famiglia, infatti, per i mesi di giugno e luglio regaleranno tre notti e altrettante colazioni agli operatori sanitari che contatteranno la struttura, dimostrando di aver lavorato negli ospedali Covid.
"È doveroso per noi ricambiare questo prezioso sacrificio, per quanto ci è possibile fare, ricompensando la loro fatica – aggiunge Castellani –. Quando mio figlio si è ammalato, la preoccupazione è stata molta, anche se fortunatamente è stato colpito da una forma meno grave. Quando è stato ricoverato all’ospedale di Camerino abbiamo visto la grande professionalità di chi lo ha seguito e la preoccupazione ha lasciato spazio alla speranza di averlo presto a casa. Così quando è tornato siamo stati tutti molto felici e abbiamo pensato di metterci a disposizione per sdebitarci. E magari, per tutti gli operatori che sono arrivati da fuori regione, potrebbe essere un modo per conoscere le Marche".