L'ospedale di Macerata (Calavita)
L'ospedale di Macerata (Calavita)

Macerata, 14 luglio 2108 - “Sono stata violentata in ospedale“. E’ questa la choccante e tremenda denuncia presentata da una paziente di 30 anni che ha accusato un infermiere di averla stuprata in un reparto dell’ospedale di Macerata dove la stessa ragazza era ricoverata. Il 40enne, dal canto suo, è stato ascoltato dalla polizia, negando la versione della 30enne, facendo intendere che lei era consenziente al rapporto sessuale. 

LEGGI ANCHE Brescia, giovane turista aggredita dal branco fuori dal locale

La 30enne invece ha riferito di essere stata oggetto da subito delle avances dell’uomo, che una sera l’avrebbe convinta a seguirlo in una stanza inutilizzata del reparto, costringendola ad un rapporto sessuale. La donna, secondo quanto si è appreso, sarebbe stata poi sottoposta a visita medica specifica ed i sanitari avrebbero riscontrato evidenti tracce del trauma. La direzione ospedaliera ha immediatamente allertato la Squadra Mobile, diretta da Maria Raffaella Abbate, che è intervenuta sul luogo, attivando la procedura per i reati di genere. L’uomo dovrebbe essere interrogato nelle prossime ore dal magistrato, alla presenza del suo legale.