ANTONIO TUBALDI
Cultura e spettacoli

Giacomo Leopardi, in mostra un suo quaderno. “Un oggetto legato alla sua storia”

Il taccuino, numerato in ogni pagina dal Poeta, come magnete di idee. L’idea della discendente Olimpia: "‘Riempiamolo’ di progetti per la regione"

La contessa Olimpia Leopardi

La contessa Olimpia Leopardi

Recanati (Macerata), 13 febbraio 2023 – Chissà che cosa avrebbe voluto scrivere Giacomo Leopardi su quel quadernino su cui, con certosina pazienza, aveva numerato le pagine? È un vecchio quaderno vuoto, pieno, però, di un fascino particolare, che in questi giorni, grazie alla collaborazione fra Regione Marche e casa Leopardi, è esposto all’interno dello stand regionale alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano. "E’ un oggetto strettamente legato alla storia del Poeta – commenta la contessa Olimpia Leopardi, discendente del Poeta - e cosa c’è di più intimo di un quaderno al quale affidare i propri pensieri? Questo quaderno vuoto, da lui numerato, rappresenta il nuovo percorso da compiere insieme, privati e istituzioni, alla ricerca di una visione comune. Lo immagino come uno spazio da riempire di possibilità".

Un quaderno vuoto è, quindi, lo spazio ideale al quale affidare avvertenze e proposte per una vita felice. Leopardi già ai suoi tempi si interrogava su quelle che oggi sono domande di straordinaria attualità: come favorire una pacifica convivenza fra gli uomini? Come evitare che la civilizzazione corrompa il rapporto fra uomo e ambiente? Domande alle quali soprattutto la politica è chiamata a dare risposte. Ecco, quindi, che negli spazi della Regione Marche c’è l’invito, a chi si avvicina per ammirare le bellezze della regione, a lasciare il proprio contributo, a condividere la propria personale ricetta della felicità.

Secondo la ricerca condotta dalla piattaforma digitale sul turismo Musement la casa natale del Poeta a Recanati è l’itinerario culturale più apprezzato dai turisti nelle Marche. "Nel ringraziare donna Olimpia Leopardi per la disponibilità dimostrata, sono felice e orgoglioso di iniziare un nuovo percorso insieme a Casa Leopardi per promuovere e valorizzare le eccellenze delle Marche – ha sottolineato Marco Bruschini, direttore Atim (Agenzia turismo e internazionalizzazione delle Marche) –. La contessa Olimpia si è messa con grande entusiasmo a disposizione di questo nuovo ed ambizioso progetto per far conoscere le Marche nel mondo. Un quaderno bianco pieno di storia e suggestioni, da riempire con idee e spunti, a rappresentare idealmente il nuovo capitolo per le Marche e il turismo".

Il complesso museale di Casa Leopardi offre ai numerosi turisti e appassionati visite guidate tra le antiche sale della Biblioteca e gli appartamenti privati del Poeta. Una visita che permette l’accesso ai saloni di rappresentanza del palazzo, alla galleria dove sono esposte le collezioni d’arte, al giardino che ispirò gli immortali versi de Le ricordanze, al salottino dove i fratelli Leopardi si intrattenevano e alla camera privata di Giacomo Leopardi, dalla cui finestra, il Poeta osservava l’amata luna e le vaghe stelle dell’Orsa.