Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Ex Merloni, gli operai scendono in strada

Manifestazione per protestare con le promesse mancate da parte dell’azienda

Ultimo aggiornamento il 20 luglio 2017 alle 15:04
I dipendenti occupano la strada

Matelica, 20 luglio 2017 - La provinciale Muccese nel tratto stradale di via Merloni è stata occupata questa mattina dagli operai dello stabilimento Ghergo. «La vertenza che ci vede impegnati da diverso tempo – hanno affermato i referenti di Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil – è arrivata ad un punto non più sostenibile, in quanto per l’ennesima volta l’azienda ha disertato l’incontro in Regione. Riteniamo ormai che l’unica soluzione possa essere l’acquisizione da parte di imprenditori illuminati con un piano industriale credibile per difendere e mantenere il sito produttivo, che anche con tutte queste difficoltà ha dimostrato di fare buone performance industriali e commerciali». Lo stato di agitazione, iniziato due settimane fa dopo mesi di relativa calma, giunge quindi ora allo stato di massima protesta con l’occupazione della strada. La speranza, auspicata anche dalle istituzioni locali, è ora quella che la prossima settimana si possa arrivare ad un accordo nella riunione in programma ad Ancona.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.