La presentazione del festival
La presentazione del festival

Treia (Macerata), 28 giugno 2017 - «Il senso dell’Italia per il futuro». Questo il titolo della XV edizione del Seminario della Fondazione Symbola che si svolgerà a Treia e sarà preceduto dal tradizionale Festival della Soft Economy a Macerata.

Tantissimi gli ospiti d’eccellenza, tra cui il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli, il ministro dei trasporti e delle infrastrutture Graziano Delrio, il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e l’ambasciatore d’Italia in Cina Ettore Francesco Sequi che parteciperà in videoconferenza.

La quinta edizione del Festival della Soft Economy inizierà il 4 luglio a Macerata con la sessione «Ambiente e cultura sulla nuova via della seta», per proseguire il 5 e 6 luglio a Treia con plenarie e convegni su ricostruzione, aree interne come laboratori di sperimentazione di sviluppo sostenibile e green community, identità e cultura e molto altro.

Il Seminario estivo sarà inaugurato la mattina del 7 luglio, sempre al teatro di Treia, dal sindaco Franco Capponi e dal segretario generale della Fondazione Symbola, Fabio Renzi, e proseguirà con la presentazione del rapporto «I.T.A.L.I.A. Geografie del nuovo made in Italy». I

llustrerà il rapporto Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere, e interverranno tantissimi ospiti tra cui il ministro Fedeli. Nel pomeriggio si proseguirà con la sessione ‘Dov’era come sarà - Comunità, territori, economia dell’Appennino futuro’ la cui conclusione sarà affidata al Commissario Vasco Errani e al Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani.

La sessione finale, l’8 luglio, sarà dedicata al senso dell’Italia per il futuro e proporrà una riflessione sulle strade da percorrere per rilanciare il Paese. Tra gli altri, interverrà il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e la presidente Rai Monica Maggioni. «Per interpretare il futuro e le opportunità che si aprono per l’Italia - spiega Renzi - la chiave di lettura proposta è il ruolo sempre più importante della Cina; basti vedere il crescente volume di investimenti nel nostro Paese nonché la relazione speciale con Macerata e Padre Matteo Ricci.

La nuova via della seta interesserà direttamente quell’Adriatico sul quale si affacciano i territori impegnati nella sfida della ricostruzione». Capponi ha definito vitale, per Treia, la Fondazione Symbola aggiungendo che «ci sono delle opportunità da cogliere tutti insieme. Serve una strategia per tutta questa area del cratere e i personaggi che saranno presenti possono riuscire a farci aggregare. Tutti ancora ragioniamo in modo separato e invito tutti i sindaci a partecipare nella speranza di trovare una strategia comune».

Gaia Gennaretti