Recanati (Macerata), 13 febbraio 2016 - Madre e figlio di sette anni sono morti oggi pomeriggio nei pressi della zona industriale di Sambucheto, nel territorio di Recanati (FOTO), in via Mariano GuzziniLaura Paoletti (video), 33 anni, ha sparato con il fucile da caccia al figlioletto, Giosuè Lucaroni, prima di puntare l’arma contro di sé e togliersi la vita.

A scoprire i corpi, nell’appartamento in affitto al piano superiore di uno stabilimento, è stato il padre della donna, che ha subito chiamato i soccorsi. Sul posto i carabinieri e il 118, successivamente è arrivato il sostituto procuratore di Macerata Enrico Rastrelli.

Sembra che la 33enne stesse attraversando un periodo difficile dopo la separazione dal compagno, padre del bambino, Lorenzo Lucaroni, un consigliere comunale di Recanati.  La loro separazione non era stata tranquilla, lei tempo fa lo avrebbe denunciato per stalking.  Ora le trattative sembravano più serene e si stavano definendo i particolari degli incontri tra il padre e il figlio. Lo scorso 26 gennaio l'auto della Paoletti era stata incendiata: la sua Y10 era andata a fuoco nella zona di Sant’Egidio nel parcheggio di una ditta, si era trattato di un tentativo di furto fallito.

Il padre del bambino è stato rintracciato dai carabinieri di Civitanova Marche, che lo hanno sentito: il suo alibi è solido. La Paoletti, laureata in economia e impiegata in uno scatolificio, abitava temporaneamente insieme al padre, stava ristrutturando una casa in campagna dove andare a vivere con il bambino.

Davanti allo stabile di via Mariano Guzzini, sono accorsi alcuni parenti e amici della donna e dell'ex compagno. Tra di loro ci sono stati momenti di tensione. C'erano anche l'avvocato di lei, Alessandra Perticarà, e l'ex sindaco di Recanati Claudio Corvatta, amico di famiglia. La Fiera di San Valentino in programma a Recanati è stata annullata. Le salme di madre e figlio sono state trasportate all'obitorio dell'ospedale di Macerata, dove nei prossimi giorni verrà effettuata l'autopsia.