Presentati ai tifosi cinque nuovi giocatori
Presentati ai tifosi cinque nuovi giocatori

Macerata, 9 agosto 2016 - Vacanze finite per la Lube: da oggi si comincia a sudare in palestra. Ieri pomeriggio il ritrovo all’Eurosuole Forum di Civitanova e la presentazione ufficiale di cinque dei sei nuovi arrivi della stagione: Davide Candellaro, Denis Kaliberda, Nicola Pesaresi, Luigi Randazzo e Tsvetan Sokolov.

Il sesto – Alberto Casadei – aveva già debuttato a fine giugno davanti a tifosi e stampa locale. Per il quintetto, affiancato dal vice presidente Albino Massaccesi e dal diesse Giuseppe Cormio, era stato preparato un tavolo al centro del palasport, rivolto verso la tribuna centrale.

Qui si sono radunati oltre un centinaio di tifosi per salutare i «volti nuovi» e il resto della squadra. Erano presenti infatti pure gli altri ragazzi, anche se sono rimasti lontani da flash e telecamere. Unici assenti il centrale Enrico Cester (che si aggregherà alla squadra il 16 agosto) e gli atleti impegnati alle Olimpiadi: Juantorena, Grebennikov e Christensonin, il Ct Blengini e lo scout man Carancini.

«Sono veramente contento di tornare a giocare in Italia – dice Sokolov – e di poterlo fare con la maglia della Lube. Sarà un campionato difficile, equilibrato e anche per questo molto interessante. Speriamo di dare ai tifosi le soddisfazioni che meritano». Alle parole dell’opposto bulgaro fanno eco quelle del tedesco Kaliberda, il quale parla un po’ in italiano e un po’ in inglese: «Arrivare alla Lube è per me un passo avanti. Qui ritrovo il coach Blengini (dopo l’esperienza a Vibo; ndr) e sono felice di poter condividere con lui una nuova avventura».

Dagli stranieri agli italiani. Il primo a intervenire è il centrale Candellaro: «Parto per migliorare, sicuro di trovare alla Lube nuovi stimoli. Cercherò di dare il massimo in tutte le sfide che ci attendono: per me saranno tante prime volte, come ad esempio in Champions. Ma sono pronto per cominciare».

Molto carichi anche i due ragazzi cresciuti nel vivaio della Lube. «Sono orgoglio di essere qui – dichiara Pesaresi – e anche un po’ emozionato perché da bambino vedevo giocare i campioni della Lube ed era il mio sogno poter indossare un giorno la loro maglia. Ora ho questa grande occasione, cercherò di far bene, ce la metterò tutta». Pure Randazzo dice: «Orgoglioso di esserci, dopo cinque mesi davvero brutti, passati a lavorar sodo per recuperare dal grave infortunio al ginocchio. Sono quasi pronto per cominciare assieme agli altri la nuova stagione con la Lube, che rappresenta per me l’inizio di un percorso, non un arrivo».

Oggi visite mediche, prima seduta in sala pesi e, nel pomeriggio, lavoro tecnico agli ordini del vice allenatore Giancarlo D’Amico e del preparatore atletico Massimo Merazzi. Intanto è certo che la Final four di SuperCoppa si disputerà a Modena il 24 e 25 settembre.

Mauro Grespini