Eccellenza. Il ds Menghi: : "Il voltafaccia di Crescenzi»

Il centrocampista Daniele Crescenzi ha deluso il Chiesanuova rifiutando di confermare l'accordo, causando sconcerto nella dirigenza e ritardi nella formazione della squadra.

Il ds Menghi: : "Il voltafaccia di Crescenzi"

Il ds Menghi: : "Il voltafaccia di Crescenzi"

Non ha cambiato idea all’aeroporto come fece Berbatov, forse il caso più eclatante nella storia del calcio, ma anche Daniele Crescenzi (foto) si è macchiato di un voltafaccia. Il centrocampista era stato tra i primi elementi ad essere confermato dal Chiesanuova, premiato dopo una stagione da debuttante in biancorosso che lo aveva visto mediano più prolifico in Eccellenza (7 gol). Invece il 22enne si è rimangiato la parola, un gesto che ha ovviamente fatto imbufalire e indignare la dirigenza. Dure le parole di Ivan Menghi, ds del Chiesanuova: "Crescenzi era rimasto sottoscrivendo con il presidente Bonvecchi un accordo con congruo aumento dell’ingaggio. Invece, tramite il suo procuratore, ci ha appena fatto sapere che non vuole più venire qui e non vuole più giocare con il Chiesanuova. La motivazione? La distanza. Sappiamo tutti che la verità è diversa, ha un’altra squadra, ma cambia poco perché resta un comportamento infantile. Crescenzi ha fatto una pessima figura, non ci si comporta così nel calcio e nella vita – continua il ds - e con questo voltafaccia ha mancato di rispetto ai compagni e ai tifosi. Ha inoltre arrecato un danno tecnico al club che ha perso 20 giorni di tempo e ora, in ritardo nella costruzione della squadra, dovrà trovare un’altra soluzione".

Andrea Scoppa

Continua a leggere tutte le notizie di sport su