Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Il Tolentino non sfonda, un punto con la Samb

I cremisi hanno due occasioni per passare, ma non centrano il bersaglio. Il pareggio regala la certezza del terzo posto e dei playoff

mauro grespini
Sport

0

SAMB

0

(3-5-2): Bucosse 6,5, Nonni 6,5, Salvatelli 7, Bonacchi 6,5, Miccoli 6,5, Strano 7, Mengani 6,5 (30’ st Stefoni ng), Tortelli 6,5, Padovani 6,5, Zammarchi 7, Severini 6,5. All. Mosconi.

SAMB (4-3-3): Knoflach 7, Conson 6,5, Alboni ng (5’ Peroni 6,5), Pica 6,5, Lulli ng (19’ Zanazzi 6,5), Fall 6,5 (24’ st Cardella ng), Di Domenicantonio 6,5 (29’ st Ferri Marini), Lorenzoni 7, Angiulli 6 (38’ st Buono ng), Lisi 7, Frulla 6,5. All. Alfonsi.

Arbitro: Fichera di Milano 6.

Note: spettatori 800 circa, angoli 5-5, ammoniti Mengani, Conson, Zanazzi e Peroni.

di Mauro Grespini

Un punto ciascuno non fa male a nessuno! Il Tolentino ora ha la matematica certezza del terzo posto, e dunque dei playoff; la Samb, dopo tre vittorie di fila, frena ma lascia accese le speranze per raggiungere lo stesso obiettivo. Non è stata una bella partita, però certamente una grande "battaglia" agonistica, scorbutica, spigolosa, in cui i cremisi non si sono fatti intimorire dal blasone degli ospiti e hanno interpretato la sfida con la solita determinazione. Così la formazione di mister Alfonsi non è riuscita a sviluppare gioco; gli avversari – subito aggressivi – non l’hanno mai fatta ragionare concedendole davvero poche occasioni. Il Tolentino, invece, ha creato almeno un paio di limpide palle-gol per portarsi in vantaggio, una per tempo, senza però centrare il bersaglio. C’è da dire anche che la Samb ha perso quasi subito per infortunio due pedine del suo scacchiere (Alboni e Lulli), costringendo il tecnico a rivedere in parte l’assetto della squadra: al posto dell’under Alboni ha inserito Peroni nel tridente offensivo, arretrando in difesa Lisi (altro 2001), mentre a centrocampo ha messo Zanazzi al fianco di Angiulli e Frulla.

La cronaca. Al 3’ una gran botta a giro di Miccoli ha aperto le danze: il portiere si è superato deviando la palla in corner. All’11’ ci ha provato Nonni con un colpo di testa finito sul fondo. L’offensiva cremisi è tambureggiante: al 32’ Zammarchi è sfuggito alla retroguardia ed è entrato in area, ma Conson lo ha fermato fallosamente: l’arbitro ha ammonito il giocatore, ma ha concesso una punizione dal limite – e non il calcio di rigore reclamato dai padroni di casa – perché l’azione scorretta era iniziata fuori area. Prima del riposo si è fatta viva in avanti anche la Samb: al 37’ con una fiondata dell’ex Di Domenicantonio terminata alta e al 43’ con una conclusione dal limite di Angiulli parata da Bucosse.

Nella ripresa è stato subito il giovane Mengani a "sparare" il suo destro, ma la palla ha sorvolato il montante. Poi al 31’, da buonissima posizione, Strano ha fatto gridare al gol grazie a un rasoterra che è sfilato via a fil di palo. Gli ospiti hanno giocato pure le carte Cardella-Ferri Marini per dare vita all’attacco, ma il Tolentino non ha concesso varchi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?