Judo. Il fuoriclasse Carletti in visita al Kodokan Recanati

Jean Swaya Carletti, campione europeo juniores di judo, ha fatto una sorpresa agli atleti della Associazione Kodokan Recanati, abbracciando il suo primo maestro e dando in bocca al lupo ai judoka recanatesi. Un messaggio di dedizione, passione e non mollare mai.

Il fuoriclasse Carletti in visita al Kodokan Recanati

Il fuoriclasse Carletti in visita al Kodokan Recanati

Visita a sorpresa per gli atleti della Associazione Kodokan Recanati. Poco prima dell’inizio dell’allenamento degli Esordienti B si è presentato Jean Swaya Carletti, campione europeo juniores di judo, che voleva incontrare Andrea Marchetti, istruttore della Kodokan Recanati e suo primo maestro. Il campione europeo ha approfittato per fare il suo in bocca al lupo ai judoka recanatesi Alyssa Gammella ed Enrico Frontini, due dei 16 marchigiani qualificati per il tricolore esordienti B che si terrà nel fine settimana. "Vedere questi ragazzi che si allenano – ha detto Carletti – mi ha riportato indietro di anni. Non potevo non abbracciare Andrea che mi ha seguito nei primi passi e mi ha insegnato tanto in termini di dedizione e passione. È importante avere un istruttore che ti sta vicino e ti insegna a vincere, ma anche a perdere e a non mollare mai". Carletti del Gs dell’Esercito, vive e si allena a Torino e torna periodicamente a Numana dove vive.

Antonio Tubaldi