"A Imola ci aspetta una partita difficilissima". Federico Pizzutelli, centrocampista del Matelica, pensa al match delle 15 di sabato. "L’allenatore – aggiunge – ci ha messo in guardia toccando in noi le corde giuste. Dovremo approcciare la gara con grinta e determinazione". Di certo gli stimoli non...

"A Imola ci aspetta una partita difficilissima". Federico Pizzutelli, centrocampista del Matelica, pensa al match delle 15 di sabato. "L’allenatore – aggiunge – ci ha messo in guardia toccando in noi le corde giuste. Dovremo approcciare la gara con grinta e determinazione". Di certo gli stimoli non mancano perché si tratta di una partita che mette in palio punti pesanti in chiave salvezza e perché rappresenta l’occasione per cancellare la delusione per la sconfitta interna con il Perugia. Pizzutelli parla della sfida contro gli umbri che hanno costruito la vittoria sfruttando un paio di disattenzioni della formazione di casa. "I primi due gol – ricorda – sono nati da nostri errori in una partita in cui abbiamo avuto un buon approccio". Sabato si chiuderà il girone di andata del Matelica e obiettivamente il bilancio non può che essere positivo considerando che la matricola biancorossa ha 25 punti e una partita in meno, quella con il Carpi, che recupererà mercoledì. "Ogni volta – spiega Pizzutelli che a Legnago ha segnato il gol della vittoria – entriamo in campo per conquistare i tre punti in palio indipendentemente dal nome e dal blasone dell’avversario. In questi giorni ci siamo leccati le ferite per il passo falso con il Perugia, in cui avremmo potuto sicuramente fare meglio. Ora ci rimboccheremo le maniche, abbiamo già iniziato a pensare solo alla partita con l’Imolese, poi ci concentreremo sul recupero contro il Carpi. Un bilancio concreto potrà essere fatto solo dopo questi due impegni".