Mister Giovanni Pagliari
Mister Giovanni Pagliari
La prima notizia è che non ci sarà nessun anticipo contro l’Atletico Terme Fiuggi: la gara, in Ciociaria, si giocherà regolarmente domenica nonostante la richiesta della Recanatese di poter disputare l’incontro di sabato. Il diniego dei laziali ha creato qualche disappunto: entrambe le compagini dovranno scendere nuovamente in campo mercoledì 14 ed avere a disposizione un giorno in più avrebbe, quantomeno, fatto comodo oltre alla considerazione che non avrebbe causato disagi a...

La prima notizia è che non ci sarà nessun anticipo contro l’Atletico Terme Fiuggi: la gara, in Ciociaria, si giocherà regolarmente domenica nonostante la richiesta della Recanatese di poter disputare l’incontro di sabato. Il diniego dei laziali ha creato qualche disappunto: entrambe le compagini dovranno scendere nuovamente in campo mercoledì 14 ed avere a disposizione un giorno in più avrebbe, quantomeno, fatto comodo oltre alla considerazione che non avrebbe causato disagi a chicchessia, visto il perdurare dell’obbligo delle "porte chiuse". "Ne prendiamo atto e andiamo avanti – dice l’allenatore giallorosso Giovanni Pagliari –. Quest’anno è uno stop and go continuo: abbiamo disputato 10 partite in un mese, poi ci siamo dovuti fermare 15 giorni ed ora riprenderemo a ritmo serrato. Non la definirei nemmeno una stagione anomala ma qualcosa di più che compromette seriamente la regolarità del campionato. Pensiamo, giusto per fare degli esempi, alla situazione che stanno vivendo Agnonese e Porto Sant’Elpidio ed al fatto che solo il Cynthialbalonga ha rispettato il calendario, per non parlare di quello che succede in altre categorie".

Come ha utilizzato questa sosta e state già, almeno con un occhio, programmando il futuro?

"La priorità è finire bene questa stagione: è importante e lo vogliamo fortemente tutti. Al mio arrivo ho trovato uno stato di cose particolarissimo ma credo che ci siano importanti presupposti per pianificare degli obiettivi che siano in linea con una società serissima come poche altre. Quando si hanno idee ed un buon budget credo che fatalmente i risultati, prima o poi, debbano arrivare. La proprietà prenderà le sue decisioni: posso soltanto dire che le condizioni per lavorare sono ottimali". Tornando all’attualità quali sono le condizioni degli infortunati, soprattutto del lungodegente Grieco...

"Credo che possa tornare con noi già dopo la partita di Fiuggi anche se dovremo verificare un po’ il suo stato. Purtroppo, per un periodo ancora da quantificare, non potrò avere a disposizione Morazzini (tra l’altro un under, classe 2000; ndr) per il resto tutti godono ottima salute. Il programma? Visto il mancato anticipo sarà una settimana normale, con i consueti ritmi di lavoro. Ragioniamo partita per partita e dopo Fiuggi penseremo al match di mercoledì prossimo in casa con il Montegiorgio". Più che altro si vive alla giornata, attendendo tempi migliori.

Andrea Verdolini