Un fuoristrada impegnato nel campionato italiano di trial 4x4
Un fuoristrada impegnato nel campionato italiano di trial 4x4
Domenica il territorio di San Severino sarà per un giorno la "capitale" del fuoristrada. Il Club "1ª Ridotta", presieduto da Mauro Rocci, organizza sotto l’egida della Federazione italiana fuoristrada il "Round 6" del campionato italiano di trial 4x4. Si tratta del "tricolore" dedicato ai veicoli fuoristrada che si è aperto lo...

Domenica il territorio di San Severino sarà per un giorno la "capitale" del fuoristrada. Il Club "1ª Ridotta", presieduto da Mauro Rocci, organizza sotto l’egida della Federazione italiana fuoristrada il "Round 6" del campionato italiano di trial 4x4. Si tratta del "tricolore" dedicato ai veicoli fuoristrada che si è aperto lo scorso aprile a Massarosa in provincia di Lucca ed è proseguito poi ad Arezzo, L’Aquila, Monterenzio (Bologna) e Fermo. L’ultimo atto si terrà a Frosinone il 17 ottobre. A San Severino la competizione si svolge nella zona di Gaglianvecchio, presso l’agriturismo "La collina dei ciliegi". Al via ci saranno una trentina di equipaggi. Il trial 4X4 è una specialità relativamente recente (nata negli anni ’80, il primo campionato italiano targato Aci Sport e Federazione italiana fuoristrada risale al 2015) che si basa sul superamento di difficili ostacoli, siano essi naturali o artificiali.

Alla fine primeggia chi, nella serie di passaggi impervi, compie il minor numero di manovre e tentativi (i quali si traducono in penalità). Le auto in gara devono essere dotate tutte di trazione integrale con riduttore e sono divise in cinque categorie a seconda del livello di preparazione: Original, mezzi di serie con minime modifiche e gomme tassellate; Standard, auto originali con due bloccaggi del differenziale, gomme larghe e tassellate; Modified, aspetto di serie ma con sostanziali modifiche meccaniche a ponti, sospensioni e motore; Pro-Modified, prototipi con meccanica speciale ma carrozzerie simile alla serie; Prototype, vetture totalmente uniche e realizzate per le competizioni, senza limiti di preparazione e dotate di ruote sterzanti posteriori.

m. g.