Ancona, 21 novembre 2021 - Balzo in avanti di contagi Covid nelle Marche: nelle ultime 24 ore si sono contati 381 nuovi positivi, quasi cento in più rispetto ai 283 casi di ieri. Conseguentemente l'incidenza che sale a 132,87 (ieri 126,48): il 51,6% di contagiati aveva già ricevuto due dosi di vaccino mentre i non vaccinati sono il 48,4% dei casi. In totale eseguiti oltre 8.400 tra tamponi e test antigenici. Inoltre dei ricoverati in terapia intensiva nella regione attualmente il 28,6% ha già ricevuto due dosi di vaccino mentre il 71,45% è costituito da non vaccinati; la forbice tra i ricoverati in area medica è meno ampia con il 41,1% di vaccinati e il 58,9% di non vaccinati.  Preoccupa poi il fatto che il numero dei casi individuati stia raddoppiando ogni due settimane e mezzo. Oggi si registrano ben 6 bambini tra zero e i due anni contagiati.

L'aggiornamento Contagi oggi, bollettino Covid del 22 novembre 2021. I dati nelle Marche

Sanitari no vax Pesaro: in 166 verso la sospensione

Il bollettino Covid delle Marche del 21 novembre 2021

FOCUS BOLLETTINI: Veneto - Italia - Emilia Romagna

Colori regioni: la zona gialla è lontana per Emilia Romagna, Marche e Veneto

Contagi nelle Marche per fasce d'età

Quanto ai contagi, il numero più alto si è rilevato nella fascia d'età 25-44 anni (103) seguita da quella tra i 45 e i 59 anni (88). Molti i casi anche tra giovani e giovanissimi: 6 casi tra i 0-2 anni, 8 tra i 3-5 anni, 48 tra i 6-10 anni, 16 tra 11-13 anni, 24 tra 14-18 anni, 17 tra 19-24 anni. Inoltre ci sono 31 contagi tra persone tra i 60 e 69 anni, 23 nella fascia 70-79, 13 in quella 80-89 e 4 casi tra over 90

I nuovi positivi provincia per provincia

Oltre quota 100 i nuovi positivi in provincia di Pesaro Urbino (108); a livello provinciale seguono Ancona (96), Ascoli Piceno (66), Fermo (52), Macerata (50) e 11 casi da fuori regione.

Sono 84 tra questi le persone che presentano sintomi; i casi comprendono 91 contatti stretti di positivi, 115 contatti domestici, 14 in ambiente di scuola/formazione, 5 di lavoro, 3 ambiente di vita/socialità, 2 in setting assistenziale e uno sanitario; per 63 casi approfondimenti epidemiologici in corso.

I tamponi eseguiti sono 6.200 (3.769 nel percorso diagnostico con il 10,1% di positivi, e 2.431 nel percorso guariti) a cui si sommano 2.238 test antigenici (133 positivi). 

I ricoveri

Per quanto riguarda i ricoveri sono in calo in Terapia intensiva (19; -1) e nei reparti non intensivi (40, -2), in aumento in Semintensiva (28, +2); sette dimessi in 24ore. Gli ospiti di strutture territoriali sono 85 e nove in osservazione nei pronto soccorso. Il totale dei positivi (ricoveri più isolamenti domiciliari) sale a 3.794 (+115) mentre le quarantene per contatto con contagiati scende a 8.015 (-140). I dimessi/guariti sono 113.754 (+258). 

Le vittime

Nell'ultima giornata sono tre le persone decedute: un 63enne di Porto San Giorgio, un 77enne di Francavilla d'Ete, entrambi della Provincia di Fermo, e un 77enne di Osimo nell'Anconetano. Il bilancio dall'inizio della crisi pandemica è salito a 3.136.

Raddoppiano i nuovi positivi

Le Marche hanno chiuso la settimana con 1.954 nuovi casi Covid individuati e un tasso di 132,87 su 100 mila abitanti, a differenza della settimana precedente, durante la quale i positivi erano stati complessivamente 1.417 casi: l'incremento è stato del 37,8%. L'incidenza della pandemia sui marchigiani sta crescendo in maniera decisa: il numero dei casi individuati raddoppia ogni due settimane e mezzo. I pazienti non vaccinati a oggi occupano il 71,4% dei posti letto nelle terapie intensive, il 58,9% di quelli in area medica, mentre i casi positivi riguardano il 51,6% dei marchigiani vaccinati.