Ancona, 22 luglio 2021 - Nuovo balzo dei contagi nelle Marche secondo il nuovo bollettino odierno. I nuovi casi rilevati nella giornata di oggi sono infatti 99, 26 in più rispetto alla giornata di ieri, mercoledì 21 luglio. Il tasso di positività subisce un'impennata rispetto al 4,6% di ieri. Oggi si arriva a toccare l'8,4%. Il tutto su 2.249 tamponi processati, in aumento rispetto ai 1.602 di ieri. Aumenta anche il tasso di incidenza del virus, che passa dai 23,78 casi ogni 100mila abitanti di ieri al 27,71 per 100mila abitanti delle ultime 24 ore. Il dato positivo è che non si registrano decessi.

AGGIORNAMENTO Covid Marche: bollettino coronavirus del 23 luglio: su contagi e incidenza

Covid e variante Delta: cosa fare prima e dopo il vaccino. La guida / Covid, Gimbe: raddoppiano contagi settimanali. Aumentano anche i ricoveri / Green pass, verso nuovo decreto: oggi cabina di regia alle 15, Cdm alle 17

La mappa del contagio

I 99 nuovi positivi di oggi son distribuiti così: Ancona (30), Pesaro (25), Macerata (18), Fermo (17), Ascoli (3) e fuori regione (6). Dei nuovi contagiati, 41 sono stati a contatto stretto con un positivo, 17 sono asintomatici, 21 hanno contratto il virus tra le mura di casa, 9 sono stati rintracciati da approfondimenti epidemiologici, 4 hanno contratto il Covid in ambiente di lavoro e 3 in altri ambiti. 

I nuovi contagi di oggi nella Marche sono 99

Morti da Coronavirus nelle Marche

Nella giornata di oggi non si riscontrano decessi causati dal Covid-19 nell'intera regione. Il totale dei decessi da inizio pandemia rimane dunque invariato a 3.039. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, a oggi ci sono in totale 19 ricoverati nelle Marche. Tre di questi si trovano in terapia intensiva, due a Marche Nord e uno all'ospedale di San Benedetto del Tronto. Dei restanti 16, quattro si trovano in semi-intensiva a Marche Nord, mentre i restanti 12 sono suddivisi tra Fermo, Marche Nord e l'ospedale Torrette di Ancona in degenza ordinaria.  

Zona gialla Marche: rischio restrizioni. Ecco quando

La variante Delta è il ceppo prevalente nelle Marche e, da quanto riferiscono fonti dell'Osservatorio epidemiologico regionale, è riscontrata nel 90% dei nuovi casi individuati. Se l'incidenza incrementa del 30% a settimana, con i parametri attuali le Marche rischierebbero di entrare in zona gialla nella seconda settimana di agosto. Il tasso d'incidenza cumulativo su 100 mila abitanti aggiornato a oggi è, come detto, di 27,71: domenica scorsa era di 19,60.

Oltre all'incidenza del virus però, contano i numeri negli ospedali. Infatti, si andrà in zona gialla con un'occupazione delle terapie intensive superiore al 5% dei posti letto a disposizione e con quella dei reparti ordinari superiore al 10%. Questo è quanto hanno proposto i tecnici. Con il virus che rialza la testa, confermato dai dati della domenica che indicano un tasso di positività salito al 2,3% e un aumento dei ricoveri, il governo e le regioni devono trovare la quadra per la revisione dei parametri del monitoraggio con il quale vengono attribuiti i colori alle regioni. Non c'è neanche l'accordo sui criteri per l'utilizzo del green pass e il nodo è sempre lo stesso: l'uso del certificato per entrare nei ristoranti al chiuso. L'incontro Stato-Regioni che si è tenuto ieri ha portato a una situazione di stallo. Il confronto sul nuovo decreto Covid è ancora aperto anche all'interno del governo ma una decisione dovrebbe arrivare nel prossimo Consiglio dei ministri, una riunione prevista oggi.