Quotidiano Nazionale logo
18 mar 2022

Covid Marche, il bollettino di oggi, 18 marzo 2022: 2.862 nuovi positivi

L'incidenza torna sopra mille: 1.063,21. Picco di contagi ad Ancona

featured image
I dati covid di oggi nelle Marche, provincia per provincia

ncona, 18 marzo 2022 - Si registrano nell'ultima giornata 2.862 nuovi casi covid, più o meno stabili rispetto a ieri, in cui erano stati registrati 2.889 positivi. Il tasso di positività di oggi è del 46,6%, su un totale di 7.751 tamponi.

Approfondisci:

Le Marche passano in zona bianca

Nelle Marche il tasso di incidenza cumulativa su 100mila abitanti, in risalita da vari giorni, torna oltre mille, attestandosi a 1.063,21. L'occupazione ospedaliera, invece, rimane positiva, con terapie intensive al 3% e reparti non critici al 16%. Dato quest'ultimo che molto probabilmente non permetterà alla regione di lasciare la zona gialla, è infatti superiore di un punto percentuale alla soglia di allarme. 

Gli altri bollettini: Italia - Veneto - Emilia Romagna

Approfondisci:

Omicron 2 corre in Emilia Romagna: gli ultimi dati

Come ci si contagia

Le persone con sintomi sono 562, i contatti stretti di casi positivi 814, i contatti domestici 661, i positivi in setting scolastico formativo 34, i contatti in ambiente di vita socialità 11, mentre per 751 casi sono in corso approfondimenti epidemiologici.

La mappa del contagio

Picco di contagi ad Ancona e provincia con 881 positivi, seguita da Macerata con 539, Pesaro Urbino con 454, Ascoli Piceno con 447, Fermo con 417, oltre a 124 casi fuori regione. Le fasce di età più interessate dalla circolazione del virus restano quelle 25-44 anni con 719 casi e 45-59 con 677 (in tutto 1.396), seguite da 60-69 anni con 367.

Asur Marche, il direttore Storti: "Dobbiamo coltivare la memoria delle vittime"

"In occasione della seconda Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'epidemia da Coronavirus, istituita dal Parlamento per commemorare tutte le persone decedute a causa del Covid-19, vorrei tornare a rivolgere un ringraziamento nei confronti di tutti i professionisti sanitari che senza risparmiarsi si sono spesi con abnegazione per il bene della nostra comunità. Ed in questa ricorrenza il pensiero non può che andare in particolare a quanti fra di noi hanno pagato la dedizione alla cura del prossimo con il prezzo più alto: quello del sacrificio della propria vita e quello dei propri cari. I morti non fanno più rumore del crescere dell'erba, scriveva Giuseppe Ungaretti, spetta allora al ricordo vivido della nostra testimonianza coltivarne la memoria con rispetto e gratitudine".

È il messaggio del direttore generale dell'Asur Marche Nadia Storti in occasione della Giornata in memoria delle vittime del covid. Varie iniziative sono in corso in questi giorni in tutte le Marche. A Cingoli oggi si è insedia il Consiglio comunale dei ragazzi, dedicato al ricordo delle vittime covid, in particolare al medico Francesco Foltrani, che contrasse il virus per non abbandonare i suoi pazienti. A Macerata, bandiere a mezz'asta oggi al Palazzo comunale di Macerata e un minuto di silenzio. Presso l'Av 1 (Pesaro Urbino) ha invece listato a lutto le bandiere esposte davanti alla sua sede, anche in questo caso è stato osservato un minuto di silenzio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?