Covid oggi Marche: bollettino 23 novembre 2021
Covid oggi Marche: bollettino 23 novembre 2021

Ancona, 23 novembre 2021 - Sono 264 i nuovi contagi nelle Marche (rispetto ai 93 di ieri, numero molto basso che si riferisce però ai contagi di domenica, quando il numero di tamponi effettuati di solito è molto basso). Sono 3.878 i tamponi efefttuati con un tasso di positività del 6,8%, in calo rispetto al 7,8% di ieri. Calano i ricoveri (-1), ma ci sono però 5 decessi da Covid in regione.   

La mappa dei contagi

La provincia marchigiana con il maggior numero di contagi è Ancona, che oggi conta 90 nuovi positivi. Seguono Ascoli Piceno con 60, Fermo con 50, Pesaro Urbino con 34 e Macerata con 20. Dieci i casi che riguardano persone residenti fuori regione.

Morti per Covid

Ci sono purtroppo altri cinque decessi per Coronavirus nelle Marche: il numero da inizio pandemia sale così a 3.142 (1760 maschi e 1382 femmine), l'età media è 82 anni. I cinque decessi sono quattro maschi di 74, 86, 88 e 89 anni) e una donna di 86 anni.

Ricoveri Covid

I ricoveri per Covid negli ospedali marchigiani sono 90 (-1), i pazienti Terapia Intensiva 22 (-1) e quelli nei reparti non critici 68 (invariato). I pazienti dimessi-guariti sono dall'inizio della pandemia 113.962 (+9).

Acquaroli: "Super Green pass? E' inefficace"

Per il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, l'introduzione del super green pass nella fascia arancione per i non vaccinati "è inefficace". Parlando con i giornalisti a margine del consiglio regionale, il governatore ha fatto riferimento all'andamento della pandemia dell'anno scorso, quando "nonostante le restrizioni, pur se in un contesto molto diverso, il virus circolava molto". Da qui il dubbio: "Non so se questo tipo di misura possa essere realmente efficace nel bloccare in maniera consistente la circolazione del virus".

Super Green pass: cosa può cambiare e da quando

Oltre 22mila prenotazione per la terza dose nelle Marche

Nelle Marche sono 22.497 le persone nella fascia d'età 40-59 anni che si sono prenotate per la terza dose di vaccino anti-Covid. Lo fa sapere la Regione. "Il Cts ritiene che il richiamo debba essere fatto dopo 5 mesi, - commenta il presidente della Regione Francesco Acquaroli a margine della seduta del Consiglio regionale -, è importante avere queste informazioni in maniera tale da poterci organizzare: a prescindere dal limite di età, dopo 5 mesi bisogna prenotare per la terza dose". "Già ieri sera tantissimi si sono attivati: - ha confermato il presidente - magari ci sono persone che si sono prenotate tra due mesi perché avevano un vaccino fatto tre mesi fa. È importante perché consente al cittadino di avere una certezza e al sistema di potersi organizzare". È, ha detto ancora Acquaroli, "un elemento che ci aiuta e dà certezze, che sono quelle che auspico sempre perché quando c'è trasparenza, chiarezza e certezza è più facile organizzarsi ed più facile comunicare".

Covid, le notizie di oggi

Covid Pesaro: mamma, papà e bimba positivi e blindati in casa. "Nessuno li visita"

Covid Ascoli, sessanta classi in quarantena

Covid, in Germania rianimazioni piene. "Non possiamo escludere il lockdown"