La giunta delle Marche
La giunta delle Marche

Ancona, 16 novembre 2021 - La giunta regionale in isolamento. Il presidente Francesco Acquaroli, il vicepresidente Mirco Carloni e gli altri sei assessori regionali (Giorgia Latini, Filippo Saltamartini, Stefano Aguzzi, Francesco Baldelli e Guido Castelli) dal pomeriggio di ieri sono in isolamento volontario per una settimana, a causa della positività al virus Sars-Covid 2 di uno dei componenti dell’esecutivo. Chiusi in casa anche il capo gabinetto del presidente e il segretario generale della Regione, che ieri hanno partecipato alla riunione di giunta nella quale si è saputo che era positivo l’assessore Guido Castelli.

Guido Castelli

"Oggi pomeriggio – ha scritto il diretto interessato sul suo profilo facebook – ho scoperto di essere positivo al Covid. Sto bene. Non abbassiamo mai la guardia, anche se siamo vaccinati. Attualmente sono in isolamento e dalla mia abitazione continuerò a lavorare per la nostra comunità. Mi raccomando: prudenza e attenzione, i contagi sono risaliti".

La notizia è piombata sulla giunta regionale intorno alle 14, quando l’assessore Castelli avrebbe ricevuto la comunicazione della positività del tampone a cui si era sottoposto alcune ore prima. Mentre l’assessore positivo si è subito allontanato, gli altri membri della giunta e il presidente Acquaroli si sono tutti sottoposti ad un tampone rapido dal quale sono risultati negativi. "Hanno comunque deciso – fanno sapere dalla Regione – di porsi in isolamento volontario in un regime di sorveglianza sanitaria come previsto dalla normativa".

"Con l’aumento del numero dei positivi – commenta il vicepresidente della giunta regionale Mirco Carloni – aumenta anche il rischio di entrare in contatto con queste persone. Da adesso in poi dovremmo ridurre le occasioni in presenza tornando ad utilizzare, quando possibile, l’online, a tutela nostra e di tutti i cittadini. Sono queste le indicazioni che sto dando da ieri".





La decisione dell’isolamento volontariato sarebbe stata assunta dalla giunta dopo una seduta dell’esecutivo durata due ore e mezzo, anche se tutti indossavano la mascherina ed erano all’interno di una grande stanza. "Non sono preoccupato – commenta l’assessore regionale Stefano Aguzzi – primo perché sono portato a non drammatizzare nessuna situazione, secondo perché sono vaccinato e terzo perché tutti indossavamo le mascherine". "Non voglio sottovalutare la situazione – prosegue Aguzzi – ma la mia preoccupazione dal pomeriggio di ieri è stata quella di disdire li appuntamenti già presi e di riorganizzare l’agenda".

"Una decisione doverosa – commenta l’assessore Francesco Baldelli – nel rispetto delle persone a noi vicine e con le quali possiamo venire in contatto. Sono vaccinato, spero che la situazione si risolva per il meglio anche se era comunque corretto, nel rispetto delle regole, che ci mettissimo in isolamento volontario".

A causa della quarantena dell’intera giunta regionale è stato anche rinviato il consiglio regionale, inizialmente convocato per oggi alle 10. La comunicazione del rinvio, a firma del presidente Dino Latini, è arrivata nel tardo pomeriggio di ieri. La mancata presenza di almeno un assessore comporta che la seduta del consiglio regionale non possa tenersi. La giunta regionale dovrebbe rimanere in isolamento fino a lunedì prossimo, quando dopo i tamponi di controllo potrà prendere la sua normale attività.