Quotidiano Nazionale logo
15 mar 2022

Marche, allarme organici in Sanità: al 118 mancano 70 medici su 180

L'assessore Saltamartini fa il punto sulle carenze: "Stiamo mettendo una pezza con gli specializzandi, ma il tema è drammatico"

(DIRE) Ancona, 3 mar. - "Sul Covid non possiamo abbassare la guardia perch
Marche, l'assessore alla Salute Saltamartini (Dire)

Ancona, 15 marzo 2022 - Allarme sulle condizioni del 118 nelle Marche: su un organico che conta 180 medici, ne mancano all'appello una settantina. A sottolinearlo è l'assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini, che cita gli esempi del 118 e del Pronto soccorso per far comprendere le difficoltà legate alle carenze di organico in sanità. 

"Al Pronto soccorso di Senigallia ad esempio su 15 medici in organico ne abbiamo solo sei e i bandi che abbiamo pubblicato sono andati deserti - dice Saltamartini-. Per fortuna all'ultimo bando che si è chiuso il 7 marzo, che prevedeva di mettere a gara sei posti, hanno fatto domanda 13 studenti del corso di specializzazione al secondo anno e quindi adesso occorrerà delineare un Piano di impiego di questi ragazzi che sia coerente con la formazione. Stiamo mettendo una pezza con gli specializzandi, ma il tema è drammatico. Basti pensare che al 118 su 180 medici che dovrebbero essere impiegati nelle ambulanze ne mancano 70".

Covid, non abbassare la guardia

Tornando poi all'emergenza Covid, Saltamartini sottolinea: "Non abbassare la guardia sul Covid, adottare tutte le precauzioni". E spiega: "L'aumento di casi positivi si registra in tutta Europa, anche in Francia Germania e negli altri Paesi, tuttavia si ritiene ormai di considerarla una condizione endemica senza particolari patemi: per quanto mi riguarda, invece, - aggiunge l'assessore - ritengo che la guardia non possa essere assolutamente abbassata, che tutte le precauzioni debbano essere adottate, tenendo conto che nel Paese dove il Covid ha avuto origine, la Cina, il problema si pone con una ventina di milioni di persone messe di nuovo in lockdown". 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?