Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 mag 2022

L’orso marsicano torna sui Sibillini. "Non è pericoloso per l’uomo"

Un esemplare ha ’rubato’ il miele in un apiario. Il presidente del Parco: "Conferma della grande biodiversità presente"

17 mag 2022
maria grazia appa
Cronaca
featured image
Un esemplare di orso marsicano
featured image
Un esemplare di orso marsicano

Montegallo (Ascoli Piceno), 17 maggio 2022 - L’orso bruno marsicano è tornato nei monti Sibillini. Dopo l’assalto all’apiario di Astorara, a Montegallo, il presidente del Parco, Andrea Spaterna, conferma che, dagli accertamenti, è emerso che a rubare il miele è stato proprio un orso marsicano. Le sue scorribande, al momento, si concentrano a Montegallo, un comune in cui si trovano un pugno di case e alcuni ristoranti in mezzo ai boschi, che salgono fino al monte Vettore. Un territorio meta, soprattutto nel fine settimana, degli ascolani che hanno voglia di immergersi nella natura e fare due passi fuori città. La presenza dell’orso a Montegallo è stata accertata, in altre occasioni, anche nelle località Palazzo e Valle Orsara. La notizia che è stato un orso bruno a rubare il miele da una parte riempie di gioia appassionati, ambientalisti e albergatori, mentre dall’altra suscita qualche timore tra la popolazione. "È importante evitare qualsiasi forma di allarmismo – sottolinea il presidente del Parco dei Sibillini Spaterna –. L’orso è un animale non pericoloso per l’uomo e rappresenta un’ulteriore conferma della straordinaria biodiversità dell’ecosistema dei Sibillini". Alle dichiarazioni del presidente del Parco fa eco il sindaco di Montegallo, Sante Capanna, che di professione fa il carabiniere forestale: "Credo che si tratti di una straordinaria notizia. L’orso gira nei boschi e potrebbe essere lo stesso esemplare avvistato negli scorsi anni nel territorio di Arquata del Tronto. Va ricordato che non è pericoloso per l’uomo. È necessario, in caso di incontro, adottare comportamenti che non lo disturbino o innervosiscano. A tal fine – ricorda il primo cittadino – bisogna restare calmi, senza gridare o compiere movimenti bruschi, e allontanarsi piano piano, senza correre". I proprietari dell’apiario di Astorara, Sabrina Bocci e Luca Calistro, titolari dell’azienda agricola Fonte Graniera, ricapitolano la ’comparsa’ dell’orso: "Quando ci siamo trovati di fronte ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?