Ancona, 10 maggio 2021 - Entra nel vivo, nelle Marche, la campagna vaccinale anti Covid-19. Da oggi, lunedì 10 maggio, potranno iniziare a prenotarsi per la prima dose i cittadini di età compresa tra i 50 e i 59 anni con comorbidità, ossia con patologie senza un elevato grado di rischio.

Vaccino covid Marche over 50: da mercoledì 12 maggio le prenotazioni per tutti

In settimana, così come annunciato dall’assessore regionale alla sanità, Filippo Saltamartini, sarà poi il turno di tutta la restante parte della popolazione rientrante in questa fascia di età. Sabato scorso, invece, sono stati aperti gli slot sul portale di Poste Italiane per le persone che hanno tra i 60 e i 64 anni. Si procede, dunque, lungo il doppio binario dell’età e della fragilità.

Vaccini, nelle Marche dal 10 maggio possono prenotare gli over 50

Ma in che modo gli over 50 potranno aderire? Per quanto riguarda coloro che rientrano nella categoria dal 10 maggio prenotabile, ovvero persone con patologie per le quali il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19 è più alto (seppure senza quella connotazione di gravità riportata per le persone fragili), occorre fare una distinzione: se sono seguite dalle strutture sanitarie regionali saranno chiamate per fissare l’appuntamento direttamente dagli operatori delle strutture stesse, se invece non sono seguite dagli ospedali potranno iscriversi alle liste di pre-adesione attraverso la compilazione di una scheda che potranno trovare nella sezione ‘Vaccini Covid’ del sito della Regione Marche e che sarà attivata dalle 12 (qui il link).  Una volta inviata la propria adesione i cittadini saranno richiamati per concordare l’appuntamento per la somministrazione del vaccino.

Le tipologie di patologie che gli over 50 devono avere per potersi prenotare sono le stesse di quelle prese in considerazione per le persone estremamente vulnerabili, ma il livello di gravità considerato è inferiore. Nello specifico si tratta di: malattie respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, diabete/altre endocrinopatie, Hiv, insufficienza renale/patologia renale, ipertensione arteriosa, malattie autoimmuni, immunodeficienze primitive, malattia epatica, malattie cerebrovascolari e patologia oncologica. E ancora, per i pazienti con comorbidità seguiti dagli specialisti nelle strutture ospedaliere e per i quali è prevista la chiamata, in caso di difficoltà a raggiungere le sedi ospedaliere potranno contattare il proprio medico di medicina generale che programmerà la vaccinazione a domicilio.

Per loro la somministrazione è prevista per il mese di maggio. Per i pazienti con comorbidità che invece non sono seguiti dagli specialisti nelle strutture ospedaliere, o che non hanno generato una esenzione ticket, o dove non è prevista in maniera specifica l’esenzione ticket, la somministrazione è prevista per il mese di giugno. Per gli over 50 senza patologie si attendono indicazioni da parte della Regione, ma a tal proposito l’assessore Saltamartini ha dichiarato: "Si stanno predisponendo gli slot utili per la prenotazione dell’intera fascia di età 50-59 anni, che si avvierà entro la settimana tra il 10 e il 16 maggio compatibilmente con la fornitura delle dosi di vaccino".

Covid, le altre notizie

Green pass durata: le Faq. Ecco quanto dura la validità della certificazione verde

Regole matrimoni 2021: linee guida aspettando il sì del Governo

Coprifuoco Italia, tutti a casa entro mezzanotte. Draghi: riaprire usando la testa

Coprifuoco violato a Rimini, maxi rissa in un locale

Gli italiani picconano il coprifuoco. "Riaprire tutto, ma regole rigide"

Covid, i disturbi che non passano. Cure gratis a chi soffre dopo il virus

Coronavirus Marche 9 maggio 2021: bollettino Covid oggi. Dati e contagi