Sagre di novembre 2021
Sagre di novembre 2021

Ancona, 1 novembre 2021 - E’ arrivata l’ora delle sagre, a novembre è ampia la scelta, anche nelle Marche. Dagli street food con prodotti tipici, alle fiere del tartufo, fino a quelle dei legumi più antichi: ce ne sono per tutti i gusti. Ecco alcune di idee per quelle di novembre. 

A Serra de’ Conti, un piccolo Comune della provincia di Ancona, anche quest’anno torna l’appuntamento con la festa della Cicerchia, la sagra che celebra il legume che, per secoli, ha fatto parte della tradizione gastronomica del luogo. Saranno tre giorni, quelli dal 22 al 24 novembre, in cui non mancheranno proposte originali legate al prodotto: vi saranno specialità da assaggiare nelle antiche cantine, nelle grotte, nelle locande e nelle osterie del centro storico, che proporranno piatti a base di cicerchia e non solo. In tavola ci sarà tutto il meglio della tradizione marchigiana, con oltre 100 ricette diverse.

Sagre novembre 2021 in Emilia Romagna: alla scoperta dei profumi autunnali

Come ogni anno, ci saranno ospiti d’eccezione provenienti da un’altra regione: i presidi “Slow Food” del Friuli-Venezia Giulia che presenteranno le loro tipicità come l’aglio di Resia, la cipolla di Cavasso e della Val Cosa, le erbe spontanee (il radic di mont), i salumi (la ritina), i condimenti come il pestat, il formaggio frantumato e il pane di mais.

Con ‘L’officina dei mestieri’, anche l’artigianato si metterà in mostra: da quello più tradizionale - lavori in legno, vimini, terracotta, rame, ferro, pizzi, merletti, cucito e ricami , a quello più innovativo, che assembla fra di loro più elementi, utilizzando materie prime particolari, come la zucca. Il ricco programma di intrattenimenti vedrà protagonisti gruppi folkloristici e stornellatori che fanno da filo conduttore a nuove esperienze, come le street-band (evoluzione delle bande cittadine) e gli artisti da strada, che cercheranno un contatto diretto con il pubblico negli angoli e nelle piazze del paese.

A Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro e Urbino, quello di oggi e domani (30 e 31 ottobre), sarà invece l’ultimo weekend dedicato alla Mostra Nazionale del Tartufo Bianco, la manifestazione più antica delle Marche e la seconda d’Italia per longevità, dopo la fiera di Alba. Un tour tra degustazioni, convegni, performance, fiere, musica, ospiti d’eccezione, arte e molto altro. L'evento sarà accompagnato da mostre d'arte, visite ai palazzi, ai musei e alle chiese storiche della città. E poi, non mancheranno le proposte del cibo di strada, con i food truck al profumo di tartufo. Saranno attivi anche i ristoranti, le stuzzicherie ed enoteche, dove poter gustare il pregiato Tartufo cucinato dalle massaie vadesi, secondo le ricette della tradizione.

Anche Acqualagna è pronta ad accogliere cittadini e turisti per un tour dedicato al tartufo: con la 56esima Fiera Nazionale del Tartufo Bianco, il Comune della provincia di Pesaro e Urbino, torna a celebrare questo prestigioso prodotto nei giorni 31 ottobre e 1, 6, 7, 13, 14 novembre 2021. In queste giornate, Acqualagna invita i visitatori a immergersi in una tradizione secolare, attraverso la grande mostra mercato, il salotto da gustare, tra cooking show con chef stellati, esibizioni, sfide tra vip in cucina, spettacoli e degustazioni, percorsi, mostre, laboratori didattici e creativi per adulti e bambini ed esperienze sensoriali, visive e olfattive.

Tartufo che sarà protagonista anche nel Comune di Amandola, in provincia di Fermo, dove nei giorni 1,6,7,13 e 14 novembre prenderà il via ‘Diamanti a Tavola’, il festival del Tartufo Bianco Pregiato dei Sibillini, che promuove e valorizza il più illustre frutto dei boschi di Amandola e dell’entroterra fermano. Alla manifestazione, è legatino il mercatino dei prodotti tipici enogastronomici dei Monti Sibillini. Le degustazioni sono garantite dagli stand presenti ed allestiti anche dalle varie associazioni sportive e di volontariato attive sul territorio.

E intanto, tra Fermo ed Ascoli, prosegue il viaggio in quindici serate del circuito “Di Vino in Tavola” che ha avuto il pregio di unire montagna e mare, passando per la collina, valorizzando tutta la gamma di sapori e proposte della ristorazione, guidati dal fascino dei vini marchigiani. Sono ben quarantatré le aziende vinicole marchigiane protagoniste del circuito, con undici prodotti a marchio che vengono presentati nel corso delle serate in programma.'Dopo l’evento gourmand di “Mamma Rosa”, che ha esplorato tutte le declinazioni della pizza con i sapori dell’autunno e con le tipicità locali, è andata in scena la serata ospitata dal ristorante il Ponte di Cossignano. I protagonisti dei prossimi appuntamenti sono: oggi, sabato 30 ottobre, la 'Cantina Antisociale' di Petritoli e ancora, 'Da Sebastiani' ad Ortezzano il 4 novembre, i 'Laghi Santarelli' di Moresco il 6 novembre, il 'Kursaal' di Ascoli Piceno il 12, 'Le Logge di Smerillo' il 13. Gran finale del circuito in programma il 19 novembre al ristorante 'I Piceni' di Ortezzano. In ciascuna serata saranno protagoniste tre cantine marchigiane, abbinate alle proposte dello chef.

Infine, a Castelraimondo, in provincia di Macerata, i riflettori sono tutti accesi, da oggi (30 ottobre al 1 novembre), sullo Street Food Market on Wheels, che prenderà il via in piazza Dante. All’interno della manifestazione, anche un ricco parco giochi per far divertire più piccoli. L’ingresso è libero.