Test salivari a scuola (foto Ansa)
Test salivari a scuola (foto Ansa)

Ancona, 10 settembre 2021 - Test salivari. nelle Marche, all’appello mancano solo i nomi delle scuole sentinella. Per il resto il tavolo tecnico regionale – composto da Ufficio scolastico regionale, Usr; autorità sanitaria, Asur e coordinato dall’assessorato all’istruzione, guidato da Giorgia Latini – ha tutto pronto. Nella bozza di piano, in attuazione delle disposizioni governative nazionali, sono stati definiti numeri e date. In pratica nelle Marche, caratterizzate da una popolazione studentesca tra i 6 e i 14 anni di 106.796 unità, va coperto sulle cinque province, un campione, di 852 alunni della scuola primaria e 536 della secondaria di primo grado (leggi medie) rintracciato su tutto il territorio, per un totale di 1.388 unità.

Leggi anche: Coronavirus Marche oggi: bollettino Covid del 10 settembre 2021. Dati e contagi 

Giorgia Latini, assessore regionale alla Scuola, punta sui test salivari per la ripartenza

Test salivari a scuola nelle Marche: quando e come funzionano

I test salivari saranno somministrati per due mesi, ogni due settimane, dall’Asur. Le due sessioni previste si terranno dal 13 al 26 settembre e dal 27 settembre al 10 ottobre. Un primo stock da 500mila test è già nei magazzini dell’Asur, acquistato già da un paio di settimane. La giunta Acquaroli ha giocato d’anticipo. Con le Marche ad aggiudicarsi il primo stock di salivari, l’assessore Latini è stata citata pubblicamente da Salvini. Del resto, è da marzo che l’assessore marchigiano crede nell’utilità di questo strumento, la cui attendibilità è stata decretata dal Cts già a maggio, anche se non sono stati inclusi tra i test utili per il Green pass.
 

Individuate le "scuole sentinella" dall’Usr, le Marche contano di iniziare il monitoraggio per la raccolta dati sulla diffusione del virus dal primo giorno di scuola. Cioé da mercoledì 15. "Il Piano per il monitoraggio con test salivari sarà utile a garantire un campione significativo per mappare la diffusione del virus", ha osservato Latini all’indomani dell’acquisto di salivari.

Test salivari: la somministrazione per provincia

La suddivisione per provincia, per la somministrazione prevede nel territorio di Pesaro che vengano individuati 206 alunni nella primaria e 132 studenti delle medie. Ad Ancona il campione sarà composto da 274 alunni della primaria e 168 studenti di scuola media; ad Ascoli da 107 e 70; a Fermo da 91 e 59; a Macerata 174 e 107. Il campione coinvolgerà due fasce d’età: 6-11 anni e 12-14 anni. Per ottenere i 1.388 candidati, verranno invitati 2.315 studenti. Individuate le scuole, per aderire alla campagna alle famiglie verrà distribuito un modulo di adesione di consenso informato. Per esempio: su mille aderiscono 300 bambini. Per 15 giorni i test salivari verranno fatti in quella scuola, a quegli individui. La scuola resterà sede di screening per due mesi. Durante questo periodo ci sarà una rotazione: o si cambia il plesso, oppure si cambiano le classi. Importante è che per i primi due mesi a fare i test sarà il personale sanitario.