Omicron
Omicron

Macerata, 9 dicemrbe 2021 - Era arrivata in Italia dal Sudafrica con un volo dell’Ethiopian Airlines. Poi il viaggio fino a Tolentino e il verdetto: variante Omicron. È il primo caso nelle Marche quello certificato ieri dall’Istituto Spallanzani di Roma.

Aggiornamento "Variante Omicron, mia figlia sta bene: ma quante cattiverie..."

Coronavirus Marche, il bollettino del 9 dicembre 2021. Dati e contagi

Si tratta di una giovane donna, le cui condizioni al momento non desterebbero particolari preoccupazioni: messa subito in isolamento, non presenterebbe sintomi della malattia. Il caso di variante Omicron è stato scovato dal Servizio Sanità della Regione Lazio nell’ambito dei controlli sui passeggeri dei voli all’aeroporto di Fiumicino. A darne notizia Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio, che ha dato conto di altri due contagi da variante Omicron: una donna proveniente da Parigi e residente nel Lazio, e un militare della Nigeria in missione e di rientro nel proprio Paese. Sono in corso, a cura del Servizio regionale delle sorveglianze delle malattie infettive, le indagini epidemiologiche e il contact tracing. Sono state chieste le liste dei passeggeri dei voli interessati.

Super Green pass, chi ce l'ha e chi no. Domande, risposte e regole

I tre casi sono poi stati notificati alla piattaforma nazionale e l’allerta è arrivata a stretto giro di posta anche alle autorità sanitarie marchigiane. Oggi sarà fatto un ulteriore accertamento sulla donna, e il tampone sarà processato nel laboratorio dell’ospedale regionale di Torrette. La Regione e l’Asur stanno seguendo la vicenda con attenzione, per cercare di evitare il diffondersi della variante Omicron che, a quanto è dato sapere al momento, sarebbe molto più contagiosa, anche se presenterebbe sintomi apparentemente lievi. Con la donna risultata positiva, viaggiava anche un familiare minorenne, che al momento sarebbe negativo. Anche per lui (che si trova ovviamente in isolamento) il tampone sarà ripetuto.

Intanto nelle Marche il virus prosegue la sua corsa e i ricoveri continuano a salire. Nel bollettino di ieri, il Servizio Sanità della Regione ha dato conto di 464 nuovi positivi, 53 dei quali nel Maceratese. Il record giornaliero di casi si registra in provincia di Ancona (156), seguono Ascoli (88), Pesaro (75) e Fermo (72). Venti i contagiati residenti fuori regione. L’Osservatorio epidemiologico regionale fotografa questi numeri come una fase di "plateau epidemico". Nelle Marche l’incidenza "è stabile da circa dieci giorni", solo nell’Anconetano il contagio è in una fase di espansione. Sempre delicata la situazione negli ospedali: nelle Marche i pazienti Covid sono 142 (+6), trenta dei quali (-1) in terapia intensiva. Sul fronte dei decessi si registra una vittima di Corridonia, una 73enne ricoverata a Torrette. Osimo, invece, piange Martina Campanella (ne riferiamo a parte nel QN), una 14enne con gravi patologie ricoverata da oltre un mese dopo essere rimasta contagiata.