Allerta meteo gialla e arancione in Emilia Romagna
Allerta meteo gialla e arancione in Emilia Romagna

Bologna, 4 dicembre 2020 - Ancora pioggia battente e vento forte, almeno fino a domani domenica 6 causate da una nuova perturbazione. E' stata prorogata in Emilia-Romagna l'allerta arancione per il maltempo che in queste ore interessa la regione, in particolare per le piene dei fiumi e per il rischio di mareggiate sulla costa. L'alert della Protezione civile riguarda la pianura centrale emiliana e la pianura e bassa collina emiliana occidentale. Le coste della provincia di Ferrara potranno essere battute da mareggiare. Nella giornata di domenica, inoltre, sono previste deboli nevicate sul crinale appenninico del settore centrale a quote superiori ai 1700-1800 metri che non arriveranno comunque in pianura come successo martedì 1 mercoledì 2.

Dunque, ecco arrivare - puntuale come un orologio svizzero - l’allerta meteo di Arpae (Agenzia regionale per la prevenzione, l’energia e l’ambiente) e Protezione civile, con validità estesa da mezzogiorno di oggi fino alle ore 00:00 di domenica 6 dicembre.

Previsioni meteo, diluvio fino all'Immacolata. Neve, 2 metri sulle Alpi. Rischio criticità

"A partire dal pomeriggio di oggi, venerdì 4 dicembre, sono previste precipitazioni diffuse nei settori centro-occidentali della regione", recita il bollettino di Arpae. "Le piogge saranno più persistenti sui crinali appenninici centro-occidentali, ove potranno assumere carattere di rovescio. Si prevede, inoltre, una ventilazione intensa meridionale su crinali appenninici (burrasca forte), sulla fascia pedemontana centro-occidentale (burrasca moderata) e sul settore costiero settentrionale (burrasca moderata). Nella giornata di domani, sabato 5 dicembre, i fenomeni si sposteranno verso est, con piogge diffuse sui settori centrali e temporali forti sui crinali appenninici centrali. Sui rilievi centro-orientali e sul settore costiero settentrionale la ventilazione sarà intensa (burrasca forte)".


L’allerta per possibili piene dei fiumi, frane, piene dei corsi d’acqua minori e temporali sarà ‘arancione’ (criticità moderata) su: bacini emiliani orientali (corrispondenti alle province di Bologna e Ravenna); pianura emiliana orientale e costa ferrarese (province di Bologna, Ravenna e Ferrara); bacini emiliani centrali (Modena, Reggio Emilia e Parma); pianura emiliana centrale (Modena, Reggio Emilia, Parma e Bologna) e bacini emiliani occidentali (Parma e Piacenza); mentre resterà ‘gialla’ (criticità ordinaria) sulla Romagna, sia sulla costa che nell’entroterra.

L’allerta ‘arancione’ per vento interesserà in particolare le aree montuose romagnole (nelle province di Rimini e Forlì-Cesena), quelle centro-orientali (province di Modena, Bologna, Reggio Emilia), la costa ferrarese e la montagna emiliana occidentale (corrispondente alle province di Parma e Piacenza). La costa ferrarese sarà interessata anche da un’allerta ‘arancione’ per criticità costiera e stato del mare.


Sebbene i fenomeni siano previsti in attenuazione nella giornata di domenica, la fase di tempo instabile non ci abbandonerà neppure per il ‘ponte’ dell’Immacolata: le previsioni meteo di Arpae, infatti, parlano di «un’ampia area depressionaria sul bacino del Mediterraneo», che «manterrà condizioni di tempo perturbato almeno fino a giovedì 10 dicembre». In tutta la regione il cielo sarà nuvoloso, con precipitazioni diffuse e neve sui rilievi. Le temperature resteranno stazionarie sia nei valori minimi che massimi.

Allerta meteo: la mappa del rischio zona per zona

Che tempo farà nei prossimi giorni