Allerta caldo soprattutto nelle città
Allerta caldo soprattutto nelle città

Bologna, 27 luglio 2018 – “Nei prossimi giorni il livello di disagio sarà alto in tutti i capoluoghi dell’Emilia Romagna”, avverte Sandro Nanni dell’Arpae. Secondo le previsioni meteo, infatti, le temperature raggiungeranno i 36 gradi, forse anche 37. Colpa dell’anticiclone africano che si estenderà in tutta l’area del Mediterraneo e porterà un’ondata di calore da Piacenza a Rimini.

Sole e caldo, quindi, caratterizzeranno il weekend e sicuramente i primi tre o quattro giorni della prossima settimana”, spiega il meteorologo. Il tempo sarà stabile ovunque, a parte qualche debole rovescio localizzato che domani colpirà l’Appennino. Aumenteranno le massime e anche le minime, quindi sarà più difficile prendere sonno: dai 21 gradi di oggi arriveranno a 24, 25 e 26 gradi.

La colonnina di mercurio si fermerà tre o quattro tacche sotto nelle zone interne, ma dall'inizio della prossima settimana il gran caldo giungerà anche lì. La brezza marina sconterà due o tre gradi alla riviera. “A Rimini e Ravenna – chiarisce Nanni - saranno le minime a crescere; con il risultato che l’escursione termica tra la notte e il giorno sarà inferiore". 

Il bollettino del Ministero della Salute

Tra le zone più a rischio a causa di questa ondata di calore c’è la provincia di Bologna, dove l’Ausl ha allertato i pronto soccorso, gli ospedali, le case di cura e le strutture di assistenza per gli anziani, i pediatri e i medici di famiglia, gli infermieri dell’assistenza domiciliare. Domenica 

I consigli in casi come questo sono sempre gli stessi. L’Ausl suggerisce di “limitare la permanenza all’aperto nelle ore più calde della giornata (tra le 11 e le 17), bere molto e spesso, anche quando non si ha sete, evitando alcol e caffeina, bibite gassate o contenenti zuccheri e, in generale, bevande ghiacciate o fredde”. Inoltre, sarebbe opportuno “fare bagni o docce con acqua tiepida per abbassare la temperatura corporea e utilizzare i climatizzatori regolando la temperatura dell’ambiente con una differenza di non più di 6/7 gradi rispetto a quella esterna”.

leggi anche: Meteo Marche, si alza la colonnina