DAVIDE MINGHETTI
Meteo

Il giorno più caldo in Emilia Romagna, la tregua è alle porte ma sarà breve

Giorni d’afa e notti tropicali: codice rosso per rischio calore in buona parte della regione, a Bologna 27 gradi anche in piena notte. Le temperature e le previsioni per i prossimi giorni, cosa ci aspetta. I consigli per dormire meglio

Bologna, 11 luglio 2024 - Il caldo continua a non dare tregua giorno e notte. Stiamo affrontando infatti i giorni più critici, nel pieno dell’ondata di calore: in l'Emilia-Romagna la colonnina di mercurio sfiora i 38 gradi, in particolare nel pomeriggio, in alcune città della pianura centrale, tra cui Bologna e Imola.

Approfondisci:

Bollino rosso nelle Marche, weekend di fuoco: ecco dove farà più caldo

Bollino rosso nelle Marche, weekend di fuoco: ecco dove farà più caldo

Al momento, oggi giovedì 11 luglio è il giorno più caldo della settimana. Secondo i dati in tempo reale forniti da Arpae, la temperatura più alta è a Bologna, quando attorno alle 15 di questo pomeriggio si è arrivati alla massima di 37,6 gradi. Una vera e propria fornace che però non risparmia altre zone della regione: oltre 37 gradi anche a Imola, oltre 36 nelle province di Reggio-Emilia, Ravenna e Ferrara.

Approfondisci:

Allerta meteo in Emilia Romagna per il caldo eccessivo: quando finisce

Allerta meteo in Emilia Romagna per il caldo eccessivo: quando finisce
La mappa del rischio calore e disagio bioclimatico di Arpae per l'Emilia Romagna: l'11 luglio le temperature sfiorano anche i 38 gradi, con notti tropicali
La mappa del rischio calore e disagio bioclimatico di Arpae per l'Emilia Romagna: l'11 luglio le temperature sfiorano anche i 38 gradi, con notti tropicali

Rischio calore: forte disagio in molte città

Del resto, sulla mappa elaborata da Arpae per quanto riguarda il rischio calore, oggi (giovedì 11 luglio) è stata una giornata da codice rosso (ovvero di condizioni di forte disagio) in ben sette province dell'Emilia-Romagna: Bologna, Modena, Reggio Emilia, Piacenza, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena. Di colore arancio (disagio) su Rimini.

E anche di notte, che solitamente dovrebbe rinfrescare, le cose non migliorano, regalando notti insonni agli emiliani-romagnoli (a meno che non si sia provvisti di condizionatore o ventilatore). Pur tenendo la finestra spalancata, infatti, non tira un filo d'aria: la scorsa notte a Bologna c'erano 27 gradi (la temperatura più alta di tutta la regione).

Ma, a parte la zona dell'Appenino che rimane la più ventilata, anche nelle altre città si passano notti insonni con le temperature che si attestano tra i 21 e i 25 gradi.

Il ministero della Salute segnala il bollino rosso a Bologna anche per la giornata di domani, venerdì 12 luglio, e sabato 13 luglio.

Come dormire meglio con il caldo 

In queste notti tropicali, torna utile un piccolo remind per affrontare al meglio il caldo e di conseguenza evitare di svegliarsi nel pieno della notte accaldati e disidratati: tra i consigli semplici e utili che si possono mettere in pratica fin da subito troviamo, ad esempio, fare una doccia prima di andare a letto (a temperatura ambiente sarebbe l’ideale).

Questo permettere infatti di abbassare la temperatura corporea. Per dormire meglio, poi, è consigliabile utilizzare solo indumenti e lenzuola in cotone, poiché si tratta di un tessuto più leggero. Un altro consiglio utile, in un mondo iperconnesso, è quello di disattivare nella notte gli elettrodomestici che si hanno in casa poiché forti generatori di calore. Mangiare un pasto a leggero a cena, poi, aiuta a sentire meno il caldo. Infine, come anche durante il giorno, serve bere tanta acqua e fare movimento.

Le previsioni 

Una previsione che però potrebbe modificarsi con l'avvicinarsi al weekend: ancora qualche giorno di caldo e poi infatti le cose potrebbero cambiare.

Prima di una (leggera) rinfrescata, però, dovremo affrontare la giornata di domani, venerdì 12 luglio: gli esperti Arpae la segnalano come la giornata più critica per quanto riguarda il caldo, con temperature oltre la media del periodo. Le minime saranno attorno ai 22-23 gradi, mentre le massime intorno ai 34, con punte di 38 gradi e ancora condizioni di disagio bioclimatico.

Che weekend ci aspetta?

Si tornerà a respirare (sia di giorno che di notte) probabilmente soltanto nel weekend: sabato e domenica il caldo dovrebbe infatti regalare giornate di tregua che, pur essendo soleggiate, registreranno temperature in lieve diminuzione.

Le tendenze da lunedì 15 luglio

La tendenza per i prossimi giorni dovrebbe invece vedere di nuovo il caldo protagonista: secondo Arpae, infatti, da domenica un nuovo rafforzamento dell'anticiclone africano determinerà tempo stabile e soleggiato, con disagio bioclimatico diffuso in pianura. Le temperature saranno in generale aumento lunedì 15, martedì 16 e mercoledì 17 luglio.