Allerta meteo: le previsioni di domani indicano maltempo nelle Marche (Pressphoto)
Allerta meteo: le previsioni di domani indicano maltempo nelle Marche (Pressphoto)

Ancona, 18 settembre 2019 - Le previsioni meteo raccontano una fine dell'estate caratterizzata dal maltempo nelle Marche. "Fase di attenzione attivata”, recita l’avviso di allertamento diramato dalla Protezione Civile della Regione Marche. Un avviso valido dalle ore 12 alle 24 di oggi, che colloca la criticità per temporali nella fascia cosiddetta “gialla” (ordinaria, senza fenomeni preoccupanti in arrivo). L’allerta riguarda l’intera regione, a eccezione delle zone più interne (Appennino pesarese, Appennino fabrianese e Monti Sibillini), che resteranno al riparo dalla perturbazione in transito.

"Il fronte freddo determinerà rovesci e temporali sparsi su tutta la regione, ma non prevediamo fenomeni di rilievo", conferma l’esperto meteo Francesco Iocca, dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche (Arpam). "Certo, la perturbazione sarà intensa, ma molto veloce: già da domani pomeriggio prevediamo le prime schiarite, la situazione meteo sarà in costante miglioramento".

E il drastico crollo delle temperature, paventato dai siti di previsioni meteo più cliccati? "A seguito delle piogge, le temperature caleranno, ma non vi sarà nessun 'crollo'", rassicura Iocca. "Piuttosto, possiamo dire che i valori rientreranno nelle medie del periodo: non dimentichiamo che siamo ormai a metà settembre. Ci avviciniamo all’equinozio d’autunno, che quest’anno cadrà il 23 settembre". Domani mattina, dunque, il risveglio sarà all’insegna del fresco: le temperature dovrebbero abbassarsi di circa 4 gradi. Niente paura, però: è ancora presto per archiviare gli abiti leggeri. Il weekend regalerà, infatti, una graduale risalita.

"Tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima, il cielo sulle Marche sarà sgombro da nubi", conclude Iocca. "Si aprirà una nuova fase di stabilità, che perdurerà almeno fino alla metà della prossima settimana. Le temperature risaliranno fino a 26 – 28 gradi, ma l’aria resterà asciutta e gradevole". Via libera alle spiagge, allora, ma sarà fortunato soprattutto chi decide di organizzare una gita fuori porta nell’entroterra: la zona della regione che si scalderà di più – dicono i modelli – sarà la fascia centrale medio-collinare, tra le città di Jesi e Macerata.