Bologna, 11 luglio 2020 – Come previsto dall'allerta meteo, questo pomeriggio un'ondata di maltempo si è abbattuta sull'Emilia Romagna. Colpite, in particolare, le province di Bologna, RavennaReggio Emilia, dove una settimana dopo la grandine ha 'concesso' il bis.

Nel Bolognese, invece, disagi sono stati creati soprattutto dal temporale e dal vento. Alberi e rami sono caduti (foto) su strade e auto, o, come successo a Castel San Pietro Terme, sui cavi elettrici. Diversi gli interventi dei vigili del fuoco.

Più scenografico che dannoso il maltempo che ha colpito la Bassa reggiana: forte vento e grandine, per fortuna con chicchi molto meno grandi rispetto a quelli caduti una settimana fa a Fabbrico. Danni limitati, ma minuti di tensione, quando sulla Bassa il temporale si è trasformato in una grandinata, in particolare nella zona di Novellara.

I pompieri sono stati impegnati a causa del maltempo anche nelle province di Ravenna e Ferrara. Nella Bassa Romagna si sono verificate precipitazioni a carattere temporalesco e grandinate, accompagnate da vento forte. 

false

Traffico bloccato sulla linea ferroviaria

Traffico bloccato e disagi sulla linea ferroviaria adriatica, per i danni causati dal maltempo sui binari tra le stazioni di Forlì e Faenza. Tutti i treni provenienti dalla Riviera e diretti verso l'Emilia e la Lombardia sono fermi dalle 19,30 circa oppure non sono affatto partiti. Molte le cancellazioni, mentre sui convogli - pieni di vacanzieri di ritorno dal mare - e nelle stazioni romagnole si accalcano i passeggeri. Trenitalia ha approntato dei bus sostitutivi per i passegeri fermi a Cesena e diretti a Forlimpopoli e Forlì, mentre per le lunghe percorrenze i ritardi dei convogli fermi nelle stazioni di Rimini, Cesena e Forlì continuano ad accumularsi.