Meteo Marche, arriva la neve su tutta la regione
Meteo Marche, arriva la neve su tutta la regione

Ancona, 2 gennaio 2019 – Le previsioni meteo disegnano un quadro di maltempo per le Marche: freddo e neve in arrivo su tutta la regione. Venerdì sarà la giornata più critica ma già da domani si prevedono fiocchi sulla cosa, da Ancona a San Benedetto. Ad anticipare le precipitazioni ci saranno forti raffiche di vento e mare mosso. Intanto oggi le zone collinari inizieranno a imbiancarsi. Con la giornata odierna infatti si entra in una fase decisamente invernale. L'irruzione di venti gelidi di origine artica causerà un vero e proprio crollo termico.

LEGGI ANCHE Neve nel maceratese (FOTO) - Ascoli (FOTO) - Pesaro - Ancona (FOTO)

LEGGI ANCHE Macerata, la neve fa capolino anche in collina - Civitanova, fulmine centra cabina Enel - Da Arquata a Montemonaco torna la neve

Francesco Iocca, meteorologo del Centro Funzionale del Servizio Protezione Civile, fa il quadro della situazione. Cosa ci attende nei prossimi giorni?
“Un nucleo di aria fredda di origine balcanica sta entrando nel bacino dell’Adriatico. Questo determinerà un abbassamento delle temperature, precipitazioni che saranno nevose fino a quote di pianura e un rafforzo dei venti. I venti già dalla serata di oggi (mercoledì, ndr) diventeranno forti, nord orientali con raffiche fino a burrasca lungo la fascia costiera e sul crinale appenninico, soprattutto nella zona dei Sibillini. Di conseguenza il mare sarà molto mosso e localmente agitato. Burrasca forte dalla serata di oggi fino alla prima parte della giornata di domani. Nel frattempo entra quest’aria fredda e il limite delle nevicate scende fino a quote pianeggianti, fino al livello del mare. Oggi pomeriggio sono previste deboli nevicate fino a quote collinari, fino ai 400 metri. Poi durante la notte tra oggi e domani il limite scende rapidamente fino a livello del mare”.

LEGGI ANCHE Meteo Emilia Romagna, ondata di gelo in arrivoNeve in arrivo, dove e quando cadrà: accumuli, città, mappe

Nella giornata di giovedì?
“Sono previste delle nevicate deboli soprattutto nella zona costiera centro meridionale, da Ancona fino a San Benedetto con accumuli fino a cinque centimetri nella zona basso collinare e costiera. Nelle zone interne arriveremo fino a dieci centimetri”.

Arriviamo a venerdì.
“Un altro impulso freddo arriva tra la serata di domani e venerdì, giornata in cui sono previste nevicate su tutta la regione con cumuli fino a dieci centimetri sulla fascia costiera e basso collinare e tra 10 e 20 centimetri nelle zone interne. Questa perturbazione dovrebbe poi allontanarsi con un conseguente miglioramento. Nella notte fino a sabato mattina potrebbero esserci gelate diffuse su tutto il territorio.
Venerdì è la giornata più critica".

Quanta neve cadrà? 

“Nella fascia tra zero e 300 metri di quota ci aspettiamo fino a dieci centimetri di manto nevoso. Nella fascia sopra i 300 metri fino a 800 metri gradualmente arriva dai dieci fino ai venti centimetri di neve”.

Per quanto riguarda le temperature?
“Scenderanno già da oggi pomeriggio e si attesteranno intorno allo zero e oscilleranno di poco fino a venerdì. Durante la notte ci saranno delle gelate e durante il giorno saremo appena sopra lo zero. Sabato ci sarà una diminuzione delle temperature minime notevole con gelate diffuse e le massime in lieve aumento. Nei fondo valle si arriverà fino a meno 7".

Previsioni per l’Epifania?
“Domenica si prevede una bella giornata ma con temperature fredde soprattutto durante la notte e al mattino”.

Intanto la Provincia di Pesaro e Urbino ha ricevuto dalla Protezione civile regionale un messaggio di allerta meteo per possibili precipitazioni nevose anche a bassa quota e sulla costa (oltre a possibili problematiche legate a vento e mareggiate), dalle 18 di questa sera alle 24 del 4 gennaio. “Siamo pronti ad intervenire su tutto il territorio – evidenzia il dirigente del Servizio Viabilità Maurizio Bartoli –, seguendo le linee del Piano neve del nostro ente che prevede sulle strade di competenza la possibilità di attivare, oltre al personale della Provincia, 63 ditte esterne con 100 mezzi sgombraneve e 65 mezzi per il trattamento antighiaccio, con una articolazione suddivisa in zone di intervento”.