Un'esultanza di Baldazzi
Un'esultanza di Baldazzi

Modena (26 maggio 2019) – Un Modena cannibale si è preso la finale dei playoff. I gialloblù hanno messo alle corde la Reggiana prendendosi il risultato, il gioco e la possibilità di un eventuale ripescaggio. Un punteggio largo che sancisce la superiorità dei gialli e del suo popolo. Stavolta la Montagnani canta eccome, è un derby e il silenzio sarebbe deleterio. Prima del fischio d’inizio i tifosi però mettono le cose in chiaro con due drappi: “Prima di tutto coerenza e rispetto per quelli come Sghedoni. Non siamo fatti per i ripescaggi ma viviamo di passioni”.


E’ il corollario al fischio d’inizio. Piras sventa il pericolo sul tiro velenoso di Zamparo. I gialloblù reclamano un penalty quando Ferrario viene strattonato in area (14’), l’attaccante poco dopo costringe la difesa ospite in angolo. Arriva il vantaggio modenese: Bellini da destra in mezzo all’area, Ferrario conclude, respinge la difesa, ancora l’attaccante e palla in rete.


Il Modena è pimpante pure ad inizio ripresa, Duca in contropiede manca il 2-0. Passano tre giri di lancette e Sansovini lancia il missile che vale il raddoppio. Non può mancare all’appello re Carlo Emanuele Ferrario, il diagonale va prima sul palo e poi in gol per il suo 26esimo centro stagionale. Gloria per Zamparo che segna il 3-1, mentre Baldazzi appena entrato fa il 4-1.
Dopo la delusione dello spareggio perso, ora il Modena spera di arrivare in serie C dalla porta secondaria, bisognerà attendere la fine di luglio per sapere se il club sarà fra i professionisti. Le speranze di farcela non mancano, tutto dipende dalle decisioni della Figc e di quanti posti saranno liberi.

Il tabellino

Modena 4
Reggiana 1
MODENA (4-2-3-1): Piras; Bellini, Berni, Perna, Zanoni (47’st Magliozzi); Pettarin (39’st Loviso), Rabiu; Duca (46’st Boscolo Papo), Sansovini (47’st Baldazzi), Calamai (29’st Montella); Ferrario. A disp.: Dieye, Boscolo Papo, Letizia, Ndoj, Messori. All.: Malverti
REGGIANA (4-3-1-2): Rossi; Cigagna, Spanò, Rozzio, Casanova (8’st Bran); Staiti, Cavagna (13’st Alvitrez), Pastore (25’st Cozzari); Sanat (8’ Dammacco); Zamparo, Ponsat. A disp: Venturelli, Palmiero, Bardeggia, Cozzolino, Osuji, . All:. Antonioli.
Arbitro: Simone Galipò
Assistenti: Giorgio Ravera (Lodi) e Luca Landoni (Milano)
Marcatori: 23’pt Ferrario, 5’st Sansovini, 19’st Ferrario, 40’st Zamparo, 49’st Baldazzi
Ammoniti: Duca, Sansovini, Bran, Zanoni, Ponsat
Note. Giornata grigia, terreno in ottime condizioni. Spettatori 9167, incasso totale 46.631 euro.