Valerio Rossi Albertini a Ravarino per parlare di Fake News
Valerio Rossi Albertini a Ravarino per parlare di Fake News

Ravarino (Modena), 8 marzo 2019 – Notizie false che sembrano vere, fatti mai accaduti eppure raccontati con dovizia di particolari sul web e nei social networks, leggende urbane che assurgono a verità acclarate. Viviamo ormai nell’era delle ‘fake news’. Persino nella scienza – regno delle certezze inoppugnabili – proliferano le false scoperte e le teorie apparentemente rivoluzionarie, destinate però a dissolversi nel nulla appena si procede ad un’attenta verifica. I falsi miti e le bufale in campo scientifico – e non solo - saranno il tema dell’incontro pubblico con Valerio Rossi Albertini, fisico del Cnr e divulgatore scientifico, in programma per domani, sabato 9 marzo alle 17 al Teatro Comunale di Ravarino. Coniugando il rigore dell’approccio scientifico con la semplicità e l’efficacia dell’esposizione, il professor Rossi Albertini descriverà come sia possibile smascherare le troppe notizie infondate che ammorbano internet e screditano chi opera nella ricerca e nell’informazione, in un excursus storico che parte da Dante (“Quel vero che ha faccia di menzogna”, Inferno canto XVI) ed arriva alle menzogne con apparenza di verità dell’odierno mondo digitale.

L’incontro fa parte della rassegna “Non temiAMO la Matematica”: una serie di appuntamenti culturali (conferenze divulgative, spettacoli, laboratori ludici ed attività didattiche) organizzata dal Comune di Ravarino per promuovere la conoscenza della regina delle scienze ed avvicinare la disciplina dei numeri al pubblico più ampio e non specialistico. Semplici cittadini, studenti, insegnanti ed appassionati possono così sperimentare un approccio inconsueto e divertente alla matematica, reso possibile da relatori che uniscono una grande competenza scientifica ad una straordinaria capacità comunicativa.

La rassegna, giunta alla sua ottava edizione, ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Modena e dell'Ufficio Scolastico Regionale. Gli appuntamenti sono tutti ad ingresso libero gratuito (fino ad esaurimento posti).