Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Festa Pd Modena 2018, il mea culpa del partitone. "Rifletteremo sugli errori"

Il segretario provinciale Fava pronette. "Una kermesse per rielaborare la sconfitta e capirne i motivi. Ma soprattutto per ripartire"

di VINCENZO MALARA
Ultimo aggiornamento il 19 agosto 2018 alle 17:03
La Festa dell'Unità a Ponte Alto parte il 24 agosto

Modena, 19 agosto 2018 - Una festa per riflettere sugli errori fatti e ritrovare lo spirito di un tempo. Una kermesse per rielaborare la sconfitta, capirne i motivi, bandendo qualsiasi tipo di autoreferenzialità. A Ponte Alto, insomma, andrà in scena una Festa de l’Unità ‘consapevole’. A spiegarlo è il segretario provinciale Davide Fava.

L’occasione è la presentazione dell’evento che si terrà dal 24 agosto al 17 settembre (qui il programma completo). Con lui il responsabile allestimento Eudes Canali; il responsabile della Festa provinciale Marcello Mandrioli; Matteo Benuzzi e Maria Elena Millilli del Gruppo di lavoro Programma della Festa; e Marco Miana, curatore della parte culturale. Inutile nascondersi: il Pd vive la sua fase più difficile da quando è nato e la Festa di Ponte Alto (lo slogan è ‘Resistente, aperta e democratica’) dovrà fare i conti con questa ‘ferita’. E lo farà con la solita accoglienza (13 ristoranti e 7 punti ristoro) e un fitto programma di appuntamenti politici (20 incontri al Palaconad), compresa la novità dei Forum dal basso che si terranno tutti giorni (dalle 19 alle 21).

Qualche nome che sarà a Ponte Alto? Mercoledì 5 settembre il sindaco di Milano Giuseppe Sala e il deputato di Leu Pierluigi Bersani; venerdì 14 sarà il turno del ministro Savona con Fassino; lunedì 10 arriverà l’ex ministro Minniti. E ancora: l’ex premier Gentiloni, Calenda, Cuperlo, Lorenzin e tanti altri. E proprio la trasversalità degli ospiti (compresi gli ex Pd) è un segnale di una kermesse diversa.

"Mi piace ricordare – esordisce Fava – il miracolo dei 700 volontari che anche quest’anno rendono possibile tutto questo. Il programma è costruito su tre parti fondamentali: quella politica, con incontri tutti costruiti per confrontarsi e interagire. Poi c’è una parte culturale perché riteniamo sia la base di ogni ragionamento politico. Ci dispiace – aggiunge Fava – che del Governo l’unico ad accettare di venire sia stato il ministro Savona, mentre da altri, in particolare sul tema infrastrutture, l’invito è stato declinato. Mai come oggi è necessario il confronto per costruire un nuovo progetto politico".

Immancabile la domanda su incassi e tesseramenti, entrambi in calo negli ultimi anni. "L’anno passato siamo andati in pareggio e quest’anno l’obiettivo è di ricavare le risorse per coprire gli impegni del prossimo anno. Per quanto riguarda i tesserati – dice Fava – stiamo assistendo a una piccola ripresa".

Tocca a Eudes Canali affrontare il tema dei volontari, dopo i malumori dell’anno passato: "Il clima è migliorato e quest’anno non abbiamo avuto problemi. La prova è l’allestimento di spazi che l’anno scorso non eravamo riusciti a fare. La preparazione ha coinvolto circa 120 persone, mentre durante la festa saremo tra i 500 e gli 800 volontari a seconda delle giornate".

ECCO LA MAPPA, L'ELENCO DEI RISTORANTI E I MENU

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.