Il party internazionale
Il party internazionale

Modena, 14 marzo 2019 - La follia di uno dei party più amati al mondo contagia anche Modena. Musica elettronica, ritmi pulsanti e travestimenti: il pubblico verrà immerso in una giungla colorata e festosa dove l’unico re sarà il divertimento. Sabato 16 marzo dalle 21 al quartiere fieristico arriva Elrow, il party, dove debutta con il suo nuovissimo show ‘Rowlimpic Games’, organizzato da Vinil Logistic & Events, azienda bolognese specializzata nel settore dell’intrattenimento.

Colori, maschere, un’animazione incredibile composta da attori figuranti, trampolieri, artisti circensi e molto altro ancora, danno vita a «un party dalle atmosfere oniriche, impossibile da descrivere a parole senza averlo vissuto», dicono gli organizzatori.

Da molti addetti ai lavori viene riconosciuto come il party contemporaneo più divertente del pianeta: non è una semplice festa, ma un’autentica esperienza sensoriale che assomiglia a una gigantesca opera teatrale dai tratti surrealisti grazie alle imponenti scenografie.

Il format ha origini spagnole, ma per la sua originalità si è diffuso in tutto il mondo, contagiando giovani di tutte le nazionalità. Un carnevale di colori e suoni capace di trascinare il pubblico dentro «un’altra realtà», quasi favolistica, in cui è possibile ballare, ma anche interagire con atleti del passato, barbari, e personaggi che sembrano usciti da un film colorato di Wes Anderson. I dj della serata saranno Richy Ahmed, Leon, Dela Swing, Eddy M e Astin.

Lo spettacolo che debutta in anteprima mondiale a Modena è il ‘Rowlimpic Games’, uno show che prende spunto da un espediente storico: è il 50 a.C. e tutta l’Elrowia è occupata dai romani tranne un piccolo borgo, abitato da alcuni irrefrenabili amanti del divertimento che tengono a bada gli invasori grazie a una pozione magica. Alla fine i Romani, stremati, in un gesto di pace, li invitano ai loro Giochi di Rowlympic: nasce così l’antica tradizione in cui atleti e barbari gareggiano gioiosamente per incoronare il più grande ‘animale da festa’ del passato.