Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Terremoto in Emilia 2012, riapre la chiesa di Sant'Agostino

Un milione di euro per il restauro post terremoto. Domenica 2 settembre messa solenne con l'arcivescovo e a seguire rinfresco sul sagrato

Ultimo aggiornamento il 27 agosto 2018 alle 17:37
La chiesa di Sant'Agostino torna al suo splendore

Modena, 27 agosto 2018 - Riapre, dopo i lavori avviati a seguito del sisma del 2012, la chiesa di Sant’Agostino, in centro storico. L’evento è domenica 2 settembre, alle 11, con una solenne celebrazione liturgica presieduta dall’arcivescovo Erio Castellucci. La chiesa è tra quelle di proprietà comunale. Gli interventi, iniziati nel luglio del 2017, hanno avuto un valore complessivo di circa un milione di euro con un finanziamento di 500 mila euro della Regione Emilia-Romagna per il ripristino post sisma e un contributo di 460mila euro della Fondazione Cassa di risparmio di Modena che ha permesso l’estensione dell’opera di restauro e consolidamento del soffitto e dell’apparato scultoreo decorativo, oltre al rifacimento dell’impianto di riscaldamento.

Per gli interventi nel sottotetto, caratterizzato da una struttura a cassettoni con centinaia di pendini in legno inchiodati alle travi, inoltre, è stata necessaria una perizia supplettiva di 55mila euro per realizzare una struttura metallica a rinforzo del timpano di facciata e dell’arco trionfale che porterà a un sostanziale miglioramento della qualità dell’opera. Questa parte dei lavori finirà nelle prossime settimane senza impedire l’utilizzo della chiesa al sabato e alla domenica.

Alla messa di domenica 2 settembre parteciperà anche il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ed è prevista la presenza delle autorità cittadine. Al termine della cerimonia religiosa, durante la quale si procederà anche alla benedizione dell’ambone e dell’altare, si svolgerà un rinfresco sul sagrato.

Nel pomeriggio, alle 16, è in programma un concerto della musicista Elisa Teglia con l’organo Facchetti-Traeri. Durante la giornata, tra le 11.30 e le 17.30, funzionari delle Poste italiane saranno disponibili per l’annullo filatelico dedicato all’evento. Nel mese di settembre la chiesa sarà aperta al sabato e alla domenica tra le 9 e le 18, con possibilità di visite guidate; in occasione del Festivalfilosofia, venerdì 14 e sabato 15 settembre, la facciata sarà illuminata riproducendo l’apparato decorativo barocco.

Proprio alla realizzazione del Pantheon degli Estensi (1662-1663) in Sant’Agostino e alla cultura barocca è dedicato il convegno internazionale “L’Occidente degli Eroi” che si svolge giovedì 25 e venerdì 26 ottobre all'Accademia nazionale di Scienze Lettere e Arti, che ne è promotrice insieme ai Musei Civici, su proposta di Sonia Cavicchioli, docente all’Università di Bologna. I lavori di restauro e consolidamento sismico sono stati realizzati dalla ditta Edilgeco di Parma che si è aggiudicata l’intervento dopo una gara con la procedura negoziata prevista dal nuovo Codice degli appalti, secondo l’offerta economicamente più vantaggiosa.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.