Chiuderà nelle prossime settimane lo sportello bancario Bper a Riolunato. L’Amministrazione comunale si è già attivata per cercare una soluzione alternativa: "E’ troppo importante per il nostro paese – afferma la sindaca Daniela Contri – avere uno sportello bancario sul territorio, sia per le attività economiche locali, sia per i...

Chiuderà nelle prossime settimane lo sportello bancario Bper a Riolunato. L’Amministrazione comunale si è già attivata per cercare una soluzione alternativa: "E’ troppo importante per il nostro paese – afferma la sindaca Daniela Contri – avere uno sportello bancario sul territorio, sia per le attività economiche locali, sia per i cittadini (in gran parte anziani), sia per i numerosi turisti. Stiamo quindi contattando altri istituti di credito per proporre l’apertura di una sede distaccata a Riolunato, porta d’ingresso sud del comprensorio turistico e sciistico del Cimone, certi che questa filiale abbia le necessarie potenzialità d’affari per garantirne una buona operatività". In effetti, la chiusura della sede di Riolunato da parte della Bper non pare legata a scarso giro d’affari o a problematiche locali ma ad una riorganizzazione generale delle filiali, nell’ambito di una nota evoluzione in corso dell’Istituto di Credito finalizzata a concentrare e migliorare i servizi alla clientela. Nella valutazione bancaria pare abbia avuto rilievo il fatto che Riolunato era praticamente una ‘filiale satellite’ di Pievepelago (a 5 km di distanza) che invece sta vedendo in questo periodo alcuni interventi di potenziamento. La chiusura Bper risulterebbe effettiva tra circa un mese. "Un paese senza servizi – prosegue la sindaca Contri – si impoverirà sempre più, per questo dobbiamo fare tutti il possibile per mantenere almeno quelli esistenti". Proprio di recente a Riolunato si era tenuto un convegno del Lions di Pavullo e del Frignano per sensibilizzare istituzioni e aziende sulle opportunità da creare in montagna per incentivare lavoro, produzione e formazione.

g.p.